Graziano Cutrufo e quella foto che dice tutto: "Palazzolo e Siracusa, il cuore diviso a metà"

Il patron gialloverde da sempre tifoso azzurro ha rispolverato una vecchia foto del figlio Giuseppe che custodisce con cura

Il piccolo Giuseppe Cutrufo con le due maglie

In questi giorni ha visto e rivisto una immagine che custodisce gelosamente e che rappresenta tutta la sua vita. Il piccolo Cutrufo, Giuseppe, con le maglie di Palazzolo e Siracusa di qualche anno fa quando il figlio del patron Graziano si cimentava ancora dietro a un pallone: “Adesso fa equitazione e sono davvero contento così - dice l'attuale patron del Palazzolo ma col Siracusa nel cuore - ma questa immagine me la sono sognata diverse notti perché rappresenta il mio stato d'animo attuale: il Siracusa Calcio è sempre stato la mia vita, da tifoso prima da squadra di famiglia poi, il Palazzolo è diventato la mia società da diversi anni e mi sono tolto tante soddisfazioni”.

Domenica al “De Simone” un incrocio che fino a qualche anno fa non era frequente vista la militanza degli azzurri nei professionisti, sfida che per la prima volta non vedrà i due fratelli contro perché Gaetano, pur essendo rimasto main sponsor del Siracusa, se n'è di fatto uscito (c'è chi dice definitivamente, chi solo per un riposo sabbatico). Dunque sarà solo Graziano Cutrufo contro… se stesso: “E' davvero singolare - dice - e se mi chiedete per chi tifare non lo so. Io credo che il Palazzolo abbia le carte per andare a fare la partita a Siracusa ma nello stesso tempo spero che gli azzurri risalgano perché mi fa male vederli in Eccellenza. Io sono e rimarrò sempre un tifoso azzurro e mi dispiace che in tanti siano rimasti troppo critici”. 

Domenica Graziano Cutrufo sarà naturalmente allo stadio De Simone con il cuore diviso a metà. Ma con una foto custodita per la quale fa il tifo da sempre. 


💬 Commenti