Ortigia, un pari amaro contro Savona

Biancoverdi avanti di tre gol sino all’ultimo quarto poi il black out: tifosi biancoverdi per la pace in Ucraina

Un altro pari dopo Brescia ma questo dal sapore più amaro. Perché avanti di tre gol sino all’ultimo parziale, l’Ortigia rischia il ko a causa di un incredibile black out nel quarto finale. Il 7-7 con Savona alla “Caldarella” dunque è più un bicchiere mezzo vuoto che pieno per la squadra di Piccardo nella seconda giornata del girone “scudetto” della A1.

Rossi manca un gol fatto dopo 45” e successivamente da metà vasca colpisce la traversa, poi entrambe non sfruttano le prime rispettive superiorità anche per il pressing asfissiante che viene operato sui portatori di palla. Così ci vuole un errore in fase di impostazione per sbloccare l’incontro: ne approfitta l’Ortigia a 2’45” dalla prima sirena con Mirarchi che si invola tutto solo verso la porta ligure e serve poi Vidovic che a tu per tu con Massaro fa 1-0. Il sette di Piccardo però non approfitta successivamente di una doppia superiorità, idem non riesce a fare Savona con Iocchi Gratta che a tu per tu con Tempesti fallisce clamorosamente. Fioccano gli errori da una parte e dall’altra e il primo quarto si chiude con un solo gol realizzato.

Klikovac in avvio di secondo quarto coglie il palo in girata da classica posizione da centroboa, poi Mirarchi, con la complicità di traversa e Massaro fa 2-0 a 5’53” dal termine della seconda frazione. Iocchi Gratta e Patchaliev, però piazzano in un minuto l’uno-due che vale il 2-2 a metà della seconda frazione. L’Ortigia torna a essere concreta e in 4’ trova altri tre gol con i due Condemi e Cassia e va all’intervallo lungo sul +3. Vantaggio che rimane anche al termine della terza frazione dove si mette in evidenza Tempesti con un paio di interventi dei suoi che respingo le offensive di Savona, la quale non sfrutta qualche superiorità di troppo anche per merito di un’ottima difesa da parte dei biancoverdi.

L’Ortigia però spreca alcune superiorità nell’ultimo quarto e Savona si rifà sotto con Patchev, Molina Rios e Vuskovic, trovando il 6-6 a 3’ dalla fine. Gli ultimi minuti diventano incandescenti. Bruni trova il 6-7 a 1’35” dal termine ma Ciccio Condemi trova il 7-7 a 56” dal termine. Tempesti chiude su Molina Rios, il tecnico Angelini protesta e viene espulso, l’ultima palla è per Mirarchi che viene stoppato e si chiude sul pari.
 

Il tabellino

Cc Ortigia - Rn Savona 7-7

Cc Ortigia: Tempesti, Cassia 1, F. Condemi 2, A. Condemi 1, Klikovac, Ferrero, Di Luciano, Gallo, Mirarchi 2, Rossi, Vidovic 1, Napolitano, Piccionetti. All. Piccardo.

Rn Savona: Massaro, Rocchi 1, Patchaliev 2, Vuskovic 1, Molina Rios 1, Rizzo, Caldieri, Bruni 1, Iocchi Gratta 1, Giovannetti, Maricone, Campopiano. All. Angelini.

Arbitri: Calabrò di Macerata ed Ercoli di Montelparo.

Parziali: 1-0, 4-2, 1-1, 1-4

I tifosi biancoverdi per la pace in Ucraina

💬 Commenti