Inaba in azione a Savona (Daniela Dax Bolla di Mfsport.net)
Inaba in azione a Savona (Daniela Dax Bolla di Mfsport.net)

Trieste-Ortigia non potrà mai essere una sfida come le altre. Per i tanti incroci che hanno visto coinvolti giuliani e aretusei in passato ma anche nel recente, con piazzamenti europei in palio. Ma anche per tanti incroci che ne hanno fatto di questo match sempre molto particolare sotto l'aspetto emotivo. Sarà così anche stavolta, ad esempio, per coach Stefano Piccardo che oramai è siracusano d'adozione ma che a Trieste ricordano diversi anni fa per il salto nella massima serie. O come per Yusuke Inaba, classe 2000, attaccante di mano destra, passato da Trieste all'Ortigia nel giugno scorso.

Poco più di un anno fa, l'ultimo incrocio in A1 segnò una delle sconfitte più pesanti per l'Ortigia, un 15-8 dove Inaba realizzò anche due reti.

Inaba è uno dei migliori giocatori del campionato italiano, terzo nella classifica marcatori dell’ultima stagione con 60 gol (a 2 sole reti dalla vetta) e riguardo alla propria carriera, dopo aver giocato in Montenegro, si è trasferito all’Oradea, in Romania (dal 2018 al 2020), arrivando alla semifinale di Euro Cup e perdendo proprio contro l’Ortigia nell’edizione poi cancellata dalla pandemia. Nella stagione successiva è approdato in Italia, al Quinto, dove ha militato per un solo anno, per poi passare alla Pallanuoto Trieste. Con i giuliani Inaba ha giocato le ultime due annate. Nella prima, grazie ai suoi gol, ha ottenuto un importante quarto posto e la qualificazione in Euro Cup. Nella stagione appena conclusa ha conquistato il quinto posto in A1 e un’altra semifinale di Euro Cup, persa questa volta contro il Savona. In carriera, nelle coppe europee, ha segnato 50 reti in 21 partite tra Champions League ed Euro Cup. 

Yusuke è la stella della nazionale giapponese che, negli ultimi anni, ha ottenuto risultati storici, come il quarto posto alla World League 2018. A livello personale, nel 2019 ha vinto il premio di miglior giocatore del Mondiale Under 20, mentre alle Olimpiadi di Tokyo 2020 è stato inserito nella Top 7 della manifestazione, in cui ha realizzato 14 gol in 5 partite giocate. In nazionale, nelle varie competizioni internazionali, ha realizzato 34 gol in 32 presenze. Di recente, proprio per partecipare ai Giochi asiatici, è stato assente qualche settimana, rientrando però in tempo per la sfida contro Brescia in campionato e, due giorni prima, per la presentazione della squadra alla città, durante la quale il nipponico ha tenuto banco: “Ho scelto Siracusa non solo per il blasone dell'Ortigia ma anche per la bellezza della città che non avevo mai visitato prima d'ora. Siracusa, come si dice da voi, è spacchiosa”.

Ora l'incrocio con il recente passato, laddove però, non ci sarà spazio per i sentimentalismi. Ma solo a provare a incamerare altri punti importanti per provare a ipotecare il passaggio alla fase successiva della Len, anche se poi ci saranno ancora diverse gare da disputare. 


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi