Andrea Carpenzano torna in pista e sfiora il podio a Magione. Che il tracciato umbro per il pilota siracusano fosse teatro di esaltanti prestazioni, era già un fatto noto considerato il podio dello scorso anno alla “4 Ore” con le meno performanti Ford Ka Plus.

GARA UNO e GARA DUE. Grande spettacolo con numerosi sorpassi al limite e scambi di posizione con Carpenzano bravo a chiudere gara uno dopo essere partito dalla p5 di classe (p11 assoluto) in P4 e dopo aver ben gestito per i lunghissimi 20 minuti di gara, temperature che superavano i 30 gradi sull'asfalto. Ancor più spettacolo per il pilota siracusano in gara due: partito dalla P4, infatti, Carpenzano riusciva a sopravanzare il diretto rivale in classifica della One Cup Series, portandosi in P3 per ben 17 minuti dei 20 previsti; poi, causa pure un ritiro del famoso attore (ma nelle vesti di pilota) Marco Bocci impegnato con la sua 318 Cup, e l'ingresso della Safety Car, quasi un'altra corsa. Perché Carpenzano ha dovuto tenere duro per ben 2 giri, prima di essere attaccato al penultimo, perdendo così il primo podio di stagione e chiudendo ancora una volta in P4, ma con la consapevolezza di aver dato tutto fino alla fine. E di aver comunque portato punti importanti in previsione del campionato.

L'ANALISI POST-GARA. Questa l'analisi di Carpenzano a fine gara: “Il circuito di Magione lo conoscevo già, anche se avevo gareggiato con altre tipologie di vetture. Un tracciato che pur essendo corto, risulta molto tecnico. Nelle libere, mi ero reso subito conto che dovevo avere una guida pulita per evitare il più possibile l'usura delle gomme e portare l'auto fino alla bandiera a scacchi, cosa che in gara era stato ancora più difficile. Questo weekend è stato veramente tosto, sia per la qualità di tutti i piloti presenti in pista, fra i quali Marco Bocci con il quale abbiamo fatto una bella bagarre (e quindi bravo non solo come attore, ironizza Carpenzano), sia per il caldo. In gara due poi, dopo aver fatto alcuni sorpassi, ho disputato quasi tutta la manche in terza posizione: purtroppo negli ultimi due giri i pneumatici anteriori hanno ceduto e non mi hanno consentito più di stringere le curve come avevo fatto per tutta la gara. C'è stato, in definitiva, un po' di rammarico per non essere salito sul podio. Mi sono però divertito molto e mi ritengo comunque soddisfatto per come ho gestito la pressione per tutto il weekend di gara, portando punti preziosi per la classifica generale in campionato”.

SGUARDO AVANTI E RINGRAZIAMENTI. “Da domani - ha poi concluso Carpenzano - ricomincerò con gli allenamenti per la penultima gara che si disputerà l'11 e il 12 novembre al ”Misano Word Circuit Marco Simoncelli". Ringrazio come sempre la mia famiglia, gli amici che mi seguono, il team TecnoSport, il mio manager e soprattutto i miei sponsor che con il loro supporto mi consentono di fare tutto ciò".


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi