Andrea Condemi (foto di Maria Angela Cinardo - Mfsport.net)
Andrea Condemi (foto di Maria Angela Cinardo - Mfsport.net)

Il turno infrasettimanale di campionato prevede una sfida da brividi per l’Ortigia, che è chiamata all’esame più difficile, ossia affrontare i campioni d’Italia e d’Europa in carica. domani alle 15 alla piscina “Paolo Caldarella”, infatti, i biancoverdi scenderanno in acqua contro la Pro Recco, capolista della Serie A1. Si prospetta la classica partita impossibile, almeno sulla carta, contro una formazione che ha dimostrato di essere in piena forma e che vuole continuare a vincere e dare spettacolo. 

La squadra di Piccardo sta vivendo un periodo di alti e bassi e proviene da due gare, quella di Euro Cup contro Trieste e quella di campionato contro Posillipo, nelle quali ha raccolto solo un punto. Il match contro i campioni d’Italia potrebbe essere l’occasione giusta per ritrovare slancio e soprattutto quell’attenzione che, ultimamente, si è vista a intermittenza. Ad arricchire di contenuti questo big-match c’è anche qualche altro ingrediente: il ritorno a Siracusa dell’ex Ciccio Condemi, talento che qui ha brillato, vivendo anni bellissimi, e il suo primo confronto, da avversario, con il fratello Andrea. Insomma, un’altra sfida nella sfida.

“Sicuramente la partita di domani sarà molto importante, soprattutto sul piano mentale - ha detto Andrea Condemi -, perché dopo le due ultime gare, la sconfitta con Trieste e il pareggio con il Posillipo, siamo chiamati a reagire. Affronteremo il Recco sapendo che dovremo cercare di dare il nostro meglio e di fare di più rispetto a quanto fatto nelle ultime uscite. Per me sarà strano avere mio fratello come avversario in acqua, perché abbiamo sempre giocato insieme, però sarà anche molto bello scendere in acqua e giocarci contro”. 


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi