Melilli, crocevia stagionale a Giovinazzo. Papale: "Sappiamo che può essere importante"

Il presidente consapevole della forza della sua squadra in vista di uno dei confronti diretti in A2 di sabato

Un nuovo crocevia nella strada verso la A1 di calcio a 5. Una gara da non fallire anche per mantenere quella imbattibilità che ha reso sinora Melilli la migliore formazione di tutte le squadre dei quattro gironi di A2. Motivazioni a mille, dunque, in vista della sfida di sabato a Giovinazzo, contro l'attuale terza forza del campionato distante otto punti ma con una gara in meno: uscire indenni dal confronto pugliese, dunque, potrebbe voler dire estromettere la squadra che all'andata impose uno dei tre pareggi stagionali a Tarantola e compagni dalla corsa al primo posto. Che, a quel punto, diventerebbe una questione a due fra Melilli e Cosenza oggi staccate di quattro lunghezze e con lo scontro diretto in Calabria proprio all'ultima giornata. 

Non si potranno fare molti calcoli, a questo punto della stagione, per cui Batata presenterà una formazione certamente accorta ma allo stesso tempo determinata e consapevole dei propri mezzi e una autostima accresciuta di giornata in giornata, fino a quando Bocci e compagni sono riusciti a scalare la classifica e guardare adesso tutti dall'alto verso il basso.

“Sappiamo potrà essere una sfida decisiva - ha detto il presidente Francesco Papale - perché Giovinazzo sabato e successivamente con il Regalbuto in casa, potranno dirci tanto anche se ci sarà ancora un campionato da giocare. Giovinazzo è una delle poche formazioni ad averci messo realmente in difficoltà, anche se va detto che all'inizio non eravamo ancora al top, ci portavamo le scorie della passata stagione, poi abbiamo acquisito vittorie e autostima e siamo cresciuti tanto. Poi sarà Cosenza l'altra tappa difficile ma all'ultima giornata i giochi potrebbero già essere fatti”. 


💬 Commenti