Melilli espugna Piazza Armerina e a due turni dalla fine “vede” la A1

La squadra di Batata supera un avversario ostico e sabato potrebbe brindare

Vittoria doveva essere e così è stata. Melilli sbanca Piazza Armerina (7-2) e a due giornate dal termine mantiene inalterato il vantaggio su Cosenza (3 punti) e Giovinazzo (un punto ma sabato prossimo i pugliesi osserveranno il turno di riposo) e sabato prossimo in casa col retrocesso Bernalda potrebbe mettere una seria ipoteca sul salto nella massima serie di calcio a 5. Sarà la settimana più lunga e intensa per la squadra di Everton Batata che ha vinto una gara per nulla scontata oggi in terra ennese. “Partita pazzesca, sofferta, complicata, in un ambiente ostile e con un comportamento dei giocatori e tifoseria di casa alquanto discutibile - questa la nota del Melilli -. Parte bene il Melilli che trova il vantaggio con Zanchetta; reazione Gear che mette la partita sull'aggresività e la fisicità. Si va al riposo con il minimo vantaggio. Inizio ripresa shock per il Melilli che nel giro di 47 secondi subisce un 1-2 micidiale con i gol di Noto e Bruno. Ancora nervosismo in campo, espulso Castronovo e Melilli che approfitta della superiorità numerica e trova il 2-2 con Davide Spampinato. Alfio Leandro Monaco poi riporta in vantaggio i nero-verdi, quindi Spampinato trova il massimo vantaggio, il Piazza Armerina si complica la vita con l'espulsione di Gallinica, quindi Chalo, Peppe Tarantola e il mai domo e inossidabile Zanchetta su tiro libero fissano il definitivo 7-2. Usciamo così vittoriosi da un campo difficile e un avversario ostico e scorbutico e, nonostante le vittorie di Cosenza (2-1 al Bovalino) e Giovinazzo (0-4 a Catanzaro) rimaniamo saldamente in testa”.


💬 Commenti