Riecco il Siracusa e Carlentini continua a sognare. Mercoledì si torna in campo

Non c'è un attimo di sosta per i recuperi dell'ottava giornata non disputata per maltempo

Una fase di gioco tra Siracusa e Palazzolo

Finalmente Siracusa. Un successo largo, atteso e voluto dalla squadra di Peppe Mascara che dopo quello scontato contro l'Atletico Catania trova finalmente tre punti “veri” e dà un segnale anche al campionato. Ovvero quello che gli azzurri (che hanno ritrovato anche i propri tifosi presenti in massa in curva Anna come non succedeva da anni) sono tornati protagonisti anche se sarà il campo a dire se Giordano e compagni avranno acquisito la continuità necessaria per scalare posizioni e risalire laddove un po' tutti gli addetti ai lavori l'attendono. A cominciare dal match di mercoledì sempre in casa contro il Viagrande per il recupero dell'intera ottava giornata del girone B di Eccellenza non disputata per maltempo.

Occhi puntati sul “De Simone”, dunque, ma anche sul “Sebastiano Romano” dove un Carlentini formato squadra d'alta classifica riceverà il Real Siracusa Belvedere. Stati d'animo opposti in casa delle due aretusee: da un lato l'euforia manifestata dalla società del presidente Gaetano Vinci per l'attuale secondo posto conquistato, dall'altro un po' di comprensibile scoramento dopo la pesante sconfitta maturata a Gliaca di Piraino contro il Nebros, dopo la quale lo stesso allenatore Danilo Gallo si è lasciato andare ad uno sfogo attraverso i social. Nebros che riceverà, sempre mercoledì, il Palazzolo reduce dalla pesante sconfitta contro il Siracusa ma per nulla arrendevole e che potrà contare sul rientro dell'attaccante Sako, squalificato nel derby del “De Simone”. 

L'unica delle siracusane a non scendere in campo mercoledì sarà la Leonzio, che recupererà questo turno (in trasferta sul campo dell'Igea Virtus) mercoledì 24 novembre. 


💬 Commenti