Le "Meraviglie del calcio siciliano" in una... meravigliosa location nel cuore del Teatro Greco

Il libro del giornalista Salvo Martorana sarà presentato sabato 25 giugno al Teatro Café di Valter Forti

Nino Santonocito, Nuccio Porchia, Salvo Martorana, Elio Gervasi e Valter Forti

Le “Meraviglie del Calcio Siciliano” in un… Teatro (Café) suggestivo. Quello di Valter Forti, figlio del compianto Beppe (a proposito di meraviglie di calcio siciliano per colui che fu un siciliano acquisito) dove fra qualche giorno si svolgerà un evento d'altri tempi. Ovvero un tuffo nel passato (calcistico) per tanti atleti isolani che fecero le fortune di molti club dal dilettantismo al professionismo, dal 1960 agli anni '90. Tutto frutto del lavoro del giornalista di Bagheria, Salvo Martorana che sabato 25 giugno alle 10,30 presenterà la sua fatica letteraria al Teatro Café di Valter Forti, location ideale perché da sempre luogo non solo ristorativo ma anche culturale e soprattutto sportivo (tante società fanno spesso tappa quando soggiornano a Siracusa per incontri vari).

Nella seconda edizione di Martorana, ovviamente, c'è ampio spazio per tanti ex atleti siracusani come si evince pure dalla copertina granata del libro, dove si scorge lo storico capitano del Vittoria (e non solo) Nuccio Porchia ma anche Ettore Tuccitto che arrivò persino alla Juventus, per poi celebrare pure la sezione arbitrale (e non si poteva non dare ampio spazio alla famiglia Lo Bello e ad Elio Gervasi). Una vera enciclopedia del calcio siciliano, dunque, con ben 490 pagine e circa 180 mini sezioni, ognuna delle quali illustra un calciatore di ogni epoca. E così, scorrendo tra i capitoli di questa enciclopedia, è possibile scorgere, ad esempio, la storia di Marco Pizzo o del compianto Nicola De Simone ed ancora Seby Pincio, il capitano Amedeo Crippa, i rosolinesi Carmelo Migliore e Nzino Lao, Antonio Lo Manto (poi trasferitosi ad Alcamo), l'allenatore Carlo Baio, il netino Corrado Conti, il mister dei mister Paolo Lombardo, il bomber dei bomber Giovanni Pisano, l'augustano Pippo Scozzese e ancora il funambolico Cosimo Messina, l'uruguaiano Cacciavillani (che legò la sua storia anche e soprattutto al Floridia e al Siracusa), Loreno Cassia, l'augustano Peppe Fornaciari. Ma tanti altri sono ovviamente meritevoli di menzione e dei quali si parlerà nel corso della presentazione nel cuore del Teatro Greco aretuseo. 


💬 Commenti