Pattinodromo Priolo, taglio del nastro e gare: Olimpiade Pattinatori su tutti

La società di Fiorito e Maiorca subito protagonista nel rinnovato impianto riconsegnato al movimento Fisr

Il momento del taglio del nastro da parte del sindaco Gianni

Da un campionato interprovinciale a quello regionale, tutto in una settimana. Il Pattinodromo di Priolo rinasce e da domenica è ufficialmente il nuovo “teatro” per rotellisti e pattinatori non solo del territorio aretuseo ma di tutta l'isola. Parola di Massimiliano Trovato, presidente regionale Fisr, che ha tenuto a battesimo la struttura insieme con il primo cittadino, Pippo Gianni. Il tutto prima del via del campionato regionale che ha visto primeggiare, fra le società isolane, l'Olimpiade Pattinatori Siracusa. 

"Grazie per aver regalato questo impianto alla comunità che - detto Trovato - è l'unico in tutta la Sicilia fruibile, capace di ospitare gare di altissimo livello”. “Abbiamo raggiunto - ha affermato il sindaco Gianni - un altro degli obiettivi che ci prefissati. Dopo questa inaugurazione passeremo a quella della palestra del Polivalente, del campo sportivo e di altri impianti. Lo sport è vita ed evita che i ragazzi possono prendere brutte vie. Spero che tutti, e in particolare i nostri giovani, possono divertirsi e godere di questo impianto”.

Il presidente nazionale FISR, Sabatino Aracu, ha fatto prevenire una lettera indirizzata al sindaco Gianni, letta durante la cerimonia. Presenti alla cerimonia atleti che portano alto il nome di Priolo e che hanno fatto la storia del pattinaggio, ai quali l'Amministrazione comunale ha consegnato targhe di riconoscimento: Giorgio Cavalieri, Pippo Cantarella, Salvatore Triberio, Patrizio Triberio, Pino Cortese, Luciano Siringo, Vincenzo Maiorca. 


💬 Commenti