Roberta Aprile e Fabio Franzò: quando il calcio siracusano fa parlare (bene) di sé

Il portiere della Juventus e l'arbitro-infermiere premiati dal sindaco Italia

Da Roberta Aprile a Fabio Franzò: quando c'è di che essere orgogliosi, calcisticamente parlando, di Siracusa. Perché da anni il portiere figlio d'arte si è ritagliata un posto fra le migliori tra i pali a livello nazionale e non solo, mentre l'arbitro aretuseo, dopo aver scalato categorie, è stato sotto gli occhi della ribalta nazionale per aver salvato la vita ad un calciatore durante una gara di Serie D. L'arbitro-infermiere e il portiere della Juventus che ha vinto scudetto e Coppa sono stati ricevuti dal sindaco Francesco Italia.

“È una ragazza ben voluta in città – ha detto il primo cittadino riferendosi a Roberta Aprile – e le va riconosciuta la determinazione con la quale sta cercando di realizzare i suoi sogni. Faremo tutti il tifo per lei affinché possa partecipare agli Europei con la Nazionale italiana. Sono sicuro che riuscirà a raggiungere questo obiettivo di cui saremo tutti orgogliosi”.

“Provo una forte simpatia per gli arbitri – ha detto il sindaco Italia parlando invece di Franzò – e quando ho saputo che un siracusano si era reso protagonista di un gesto così importante salvando una vita umana durante una partita di calcio che rischiava di trasformarsi in tragedia, ho voluto incontrarlo per manifestargli personalmente la gratitudine di tutti. Spero che il suo esempio di uomo, di sportivo e di professionista sia apprezzato dai nostri giovani”.


💬 Commenti