Domani pomeriggio, alle ore 15.00, in una “Caldarella” che si annuncia strapiena, l'Ortigia ospiterà l’An Brescia, con in testa un solo obiettivo: vincere. I ragazzi di Piccardo sono tornati dalla trasferta in Lombardia con un duplice stato d’animo. Da un lato, c’è la rabbia per aver giocato male i primi due tempi e, dopo la grande rimonta, aver sprecato più volte la palla del pareggio; dall’altro, c’è la consapevolezza di aver raggiunto un livello altissimo e di aver messo sotto, per ben due tempi di gara, una delle formazioni più forti d’Europa. L’Ortigia, dopo la sconfitta, ha analizzato gli errori commessi, ma ha anche capito che, giocando a mente libera e da squadra, può davvero far male a chiunque. Parole d’ordine: lucidità e calma, qualità da mettere in acqua sin dall’inizio, senza concedere fughe al Brescia e mettendo subito in mostra la propria forza. La squadra di Piccardo sente di poter riuscire a vincere, soprattutto nella propria piscina e con il supporto caloroso del pubblico di casa. D’altra parte, è l’unico risultato possibile per poter ancora sognare l’accesso alla finale scudetto.

 


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi