Siracusa per ripartire, tifando… Real. Derby a Lentini

Azzurri con l’Acicatena, biancorossi con l’Igea. E c’è Leonzio-Palazzolo

Un occhio al proprio match ma anche agli altri campi. Perché se è vero che il Siracusa d’ora in poi dovrà concentrarsi solo su se stesso, sarà comunque condizionato dagli esiti degli altri match, nel tentativo di rosicchiare qualche punto a chi sta davanti. Specie l’Igea capolista che riceverà il Real Siracusa (“ce la giocheremo come abbiamo fatto con tutte le big“, ha detto il Dg Strano) di Jemma, alla ricerca del primo successo della propria gestione.

Il Siracusa, però, dovrà superare l’Acicatena in un “De Simone” deserto: “Non entriamo troppo nelle questioni che hanno portato alla chiusura - ha detto Saverio Rapisarda, vice di Cacciola squalificato per l’ultima giornata - ma ci dispiace perché la spinta dei sostenitori è fondamentale. Adesso dobbiamo spingere più che mai, la stagione è ancora lunga“.

In campo anche Leonzio e Palazzolo nel derby del “Nobile” per un pronostico aperto: i bianconeri di Serafino hanno ritrovato il successo dopo settimane di assenza, i gialloverdi di Matarazzo a dispetto dello zero nella casella delle vittorie sinora, hanno raccolto meno di quanto seminato, dimostrando di essere in salute ma poco concreti in zona gol.


💬 Commenti