Aprile, Busà e Urso
Aprile, Busà e Urso

Apport, scuola di portieri. Una istituzione oramai da anni a questa parte. Specie poi se i maestri rispondono ai nomi di Luca Aprile e Graziano Urso. Instancabili, senza orari, anche sotto la calura impressionante di questi giorni.

”È importante lo spirito di sacrificio - dicono - e questo fa sempre la differenza…”. È quello che cercano di inculcare ai loro giovani portieri, che periodicamente passano sotto torchio, in questi giorni al De Simone. Dal giovanissimo Gianmarco Bottaro ad esempio, scuola Accademia ma in rampa di lancio, al già rodato Antonio Busà, ex Siracusa e Ragusa e in attesa di buone nuove. O Loris Genovese che ha salutato Siracusa qualche giorno fa ed è in procinto di accasarsi al Modica. Ce ne sono (e sarebbero) tanti altri. Tutti con grande predisposizione e abnegazione. Caratteristiche essenziali se vuoi “sopravvivere” agli input di Aprile e Urso. Quest’ultimo fra qualche settimana ripartirá col Siracusa (c’è Lumia in rosa, si attende il tesseramento di un altro Under), Aprile dopo l’esperienza di Pescara è in attesa di buone nuove. In riva all’Adriatico o da qualche altra parte e con la voglia, prima o poi, di tornare a godersi sempre di più la propria famiglia dopo anni lontano da casa.


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi