"Augusta a Palermo per sapere cosa fare da grande"

Il presidente Acquaviva sprona la squadra alla vigilia del match in casa della capolista in B

Un nuovo crocevia importante della stagione. Augusta chiamata a dare una risposta importante, domani a Palermo sul campo della capolista del girone H di Serie B di calcio a 5. Sfida alle 15 contro i rosanero che precedono i megaresi di tre punti e con una partita in meno, per cui per la squadra di Pietro Armenio sarà importante quantomeno non perdere per rimanere aggrappato al treno delle big.

“Sarà una sfida al vertice - ha detto il presidente Saro Acquaviva -, vedremo di che pasta siamo fatti e quali potranno essere le aspirazioni della squadra: affronteremo una compagine forte che negli anni passati non aveva intenzione di fare il salto di categoria ma che quest’anno con innesti di stranieri, ha innalzato il proprio livello. Noi viviamo alla giornata, sarebbe importante entrare nei primi tre posti, perché ciò significherebbe promozione diretta con la riforma dei campionati il prossimo anno. Abbiamo avuto un incontro con il sindaco di Augusta e tra l'altro, pare che i lavori del ”PalaJonio" stiano procedendo celermente, con la consegna della struttura che dovrebbe avvenire il prossimo aprile. Spostarsi anche nella vicina Melilli si sta rivelando una mazzata. Non abbiamo introiti di scuola calcio perché senza impianti non si può fare, dunque è complicato. Abbiamo già affrontato una big come Lamezia e siamo stati in gara per cui penso possiamo andare a Palermo a giocarcela, un po’ come fatto a Monreale dove abbiamo dilapidato un grande vantaggio e sprecato occasioni". 


💬 Commenti