Impresa Vigaro a Palermo, Amenta: "Ce lo sentivamo. Non siamo da ultimo posto e ci salveremo"

Aretusei fanalino di coda in B1 capaci di espugnare il campo del Mazzola capolista; la soddisfazione del pongista aretuseo

I tre protagonisti dell'impresa Vigaro a Palermo

La Vigaro Siracusa compie l'impresa: da ultima in B1 vince in casa del Palermo capolista e riaccende le speranze salvezza. Lo ha sottolineato al termine della gara uno dei protagonisti della compagine siracusana di tennis tavolo, Fabio Amenta, già tecnico federale e di diverse formazioni giovanili della società aretusea del presidente Peppe Gamuzza.

“E' stata una giornata ricca di emozioni a Palermo - ha detto Amenta -. Partire da ultimi in classifica e vincere in casa della capolista, è stata una delle soddisfazioni più grandi. A causa di alcune defezioni in partite di campionato, non siamo stati sempre in formazione completa e ciò ha compromesso sinora il torneo. Avremmo già raggiunto la salvezza nel girone di andata ma una serie di concause ci ha portato a questa situazione, abbiamo tutte le forze però, per raggiungere gli obiettivi; mancano tre incontri: uno il 23 aprile, poi gli altri due a maggio. Ce la stiamo mettendo tutta, le dirette concorrenti sono avanti ma ci crediamo e speriamo di poter raggiungere la salvezza. La sensazione che potevamo andare a vincere a Palermo c'era e si è rivelata tale. E' stata una partita al cardiopalma ma abbiamo compiuto l'impresa e ciò denota il fatto che la squadra era competitiva sin da inizio campionato”. 

La capolista Mazzola è stata sconfitta per 5-4 grazie a Salvo Ganci (tre vittorie), Fabio Amenta appunto e Francesco Mollica. Nello stesso girone, poi, ko il Città di Siracusa 5-0 ad Enna contro l’Ausonia. In B2, invece, Vi.Ga.Ro. ko 5-0 contro la Top Spin Messina, idem in C1 (5-2 a Marsala con i due punti ottenuti dal presidente Gamuzza.

 


💬 Commenti