Siracusa Basket, ko a testa alta contro la capolista Pozzallo

In campo anche Alessandro Agosta, ultimo arrivato, con un solo allenamento sulle gambe ma già protagonista

Sarà duello col Paternò per il secondo posto del girone in Serie D maschile e la Siracusa Basket starà già preparando la sfida in terra etnea fra qualche settimana. Con un Alessandro Agosta in più, visto che l'ala-pivot aretusea, classe '84, ha rimesso piede in campo dopo due anni di assenza e con un solo allenamento sulle gambe. Ne beneficerà la squadra di Peppe Bonaiuto in questo rush finale di campionato e durante i play off come dirà anche il giocatore al termine del match perso contro Pozzallo per 66-73.

Al di là della sconfitta, è stata una gara bellissima quella svoltasi al Pala Pino Corso stasera, con una Siracusa Basket che è stata anche avanti nel secondo quarto per diversi punti. Poi si è giocati punto a punto, successivamente, anche se Ciccarello e compagni hanno avuto un black-out nel terzo quarto unitamente alla forza degli iblei che hanno poi allungato, mentre nell'ultimo quarto i padroni di casa hanno provato a riaccorciare il gap, pareggiando ma dovendo poi cedere il passo alla capolista, il cui successo permetterà al roster dell'ex Seby Nicita di chiudere il girone davanti a tutti. 

“Partita bellissima, giocata sempre punto a punto contro una squadra che ha giocatori di categoria superiore - ha poi detto coach Bonaiuto a fine gara -. Noi dobbiamo crescere e trovare soluzioni diverse, mi è piaciuto l'atteggiamento di tutti ma c'è un po' di rammarico per qualche canestro sbagliato. Il nostro obiettivo rimane quello di arrivare secondi per poi giocarcela fino in fondo, nuovamente contro Pozzallo”. 

ASCOLTA QUI L'INTERVISTA AD ALESSANDRO AGOSTA


💬 Commenti