Siracusa Women: a rischio il prosieguo della stagione. Prima il presidente Simone Di Stefano, poi il tecnico Luciano Buda, hanno di fatto alzato bandiera bianca. Per motivi differenti, alla base ci sarebbe una diversità di vedute fra società e parte tecnica, motivo per il quale la squadra rischia di non portare a termine il campionato di Eccellenza femminile. Tutto ciò a pochi giorni dal derby di ritorno contro il Calcio Catania, formazione distante appena tre lunghezze e con una formazione già in semifinale di Coppa.

“La scelta andava fatta e ringrazio di cuore le ragazze ed il mio Staff - dirà il Tecnico sulla propria pagina social -. Lascio la squadra in splendida salute, con un secondo posto in campionato a - 3 dal Catania e già in semifinale di coppa Italia fase regionale dando seguito alla scorsa stagione che ci ha visto protagonisti in campionato (semi finale play off) ed in coppa (finale regionale). Sono orgoglioso di avere ben 5 mie atlete in pianta stabile nella rappresentativa regionale ed altrettanto per avere in squadra delle ragazze giovanissime di prospettiva. Purtroppo qualcuno ha voluto rompere il bellissimo giocattolo che avevamo costruito con grande sforzo insieme allo Staff ed alle ragazze”.

Questa invece era stata la nota del presidente Di Stefano: “Per questioni che nulla hanno a che vedere con lo sport e il senso di comunità in generale, siamo costretti nostro malgrado a sospendere, spero temporaneamente, ogni attività. Lo sport è comunità, è salute, è vita. Lo sport è rispetto delle persone e delle regole. Quando invece diventa pretesto per soprusi, minacce e atti che trascendono ogni regola del vivere civile, è meglio fermarsi. Grazie a chi ci conosce e crede nella bontà dei nostri valori, sempre proiettati esclusivamente alla vera essenza del praticare uno sport pulito“.


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi