Domani ultima sfida del trittico di una settimana: Siracusa a Palmi contro la Gioiese per la dodicesima di andata del girone I di Serie D. Senza tifoseria al seguito per il divieto imposto dopo alcuni disordini avvenuti sabato scorso al rientro da Portici, zona traghetti: “Dispiace - ha detto Gaspare Cacciola alla vigilia - perché i nostri tifosi sono molto importanti e lo abbiamo visto anche mercoledì. Non è giusto vietare la trasferta a tutti perché viene mortificata la loro grande passione”.

Poi sulla sfida di domani il tecnico azzurro è categorico: “Sarà la più difficile perché su un campo più ristretto e contro un avversario che certamente non ci farà giocare ma stiamo bene di testa e di gambe e pian piano stiamo recuperando anche chi in queste settimane è rimasto fuori per problemi fisici vari”.

Sul caso Lamezia, Cacciola ha poi aggiunto: “Si falsano i campionati e non è giusto. Perché noi eravamo andati lì e altri non andranno. Non è tanto la questione dei tre punti sottratti quanto proprio l’assenza di una squadra a campionato in corso”.

In gruppo anche il portiere Peppe Lumia, rientrato dal prestito all’Igea. 


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi