Davide Pettinato e Ciccio Palermo (foto Simona Amato)
Davide Pettinato e Ciccio Palermo (foto Simona Amato)

Qualità ed esperienza al servizio del Siracusa. Utili più che mai in questo rush finale con tre gare e poi… chissà. Il “fattore P” della squadra di Gaspare Cacciola risponde anche ai nomi di Davide Pettinato e Ciccio Palermo (ma anche Santo Privitera, Pasquale Porcaro, Luca Palmisano), che stanno cercando di incidere in maniera determinante per riportare il Siracusa in D: il primo da difensore, il secondo da centrocampista che domenica ad Acicatena ha finalmente assaporato la gioia del gol in maglia azzurra.

“Una bella emozione - ha detto Palermo - speravo arrivasse il prima possibile. Un po’ mi pesava perché avevo sbagliato diverse occasioni in passato, poi l’importante è che la squadra abbia vinto. Un po’ di rammarico rimane per il match di Barcellona Pozzo di Gotto, adesso dobbiamo sperare in un loro passo falso e male che vada concentrarci per i play off. Contraccolpo psicologico? Siamo già preparati ed esperti, oltre che pronti a tutto”.

Stesso concetto espresso anche da Pettinato: “Il passo falso di Barcellona brucia ancora, la gara stava incanalandosi in un pari che ci avrebbe permesso di mantenere la vetta ma è importante vedere anche il percorso fatto da dicembre ad oggi quando in mezzo c’erano cinque squadre e quel gap. Adesso dobbiamo vincere le ultime tre e sperare in un passo falso delle altre. Ci può stare anche un contraccolpo psicologico perché siamo abituati a fare campionati importanti però guardiamo anche l’altro aspetto, chi poteva immaginare a dicembre questo tipo di classifica? C’erano tanti punti di distacco e aver fatto 12 vittorie, un pari e una sconfitta la dice lunga; per cui penso che il percorso sia stato davvero importante e non dobbiamo gettare quanto di buono fatto. Non penso sia un dramma, un eventuale play off, insieme con il pubblico cercheremo di avere la spinta in più per gli spareggi. Igea o Taormina? Mi ha impressionato molto quest’ultima, li conosco, come conosco l’allenatore dell’Igea che fa sempre giocare bene le sue squadre; entrambe da sempre sono state lassù, stanno meritando la loro posizione e alla fine faremo loro i complimenti perché è giusto che sia così qualunque risultato arriverà”.


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi