Da Pergusa passando per il... Velodromo di Noto: giovani ciclisti crescono

Diversi titoli regionali ottenuti grazie alle "cure" lungo il tracciato netino gestito dal prof La Rosa

I vincitori delle gare di Pergusa

Giovani ciclisti isolani protagonisti di recente ai regionali di Pergusa e in rampa di lancio grazie ad una struttura ad hoc, il Velodromo di Noto dove quasi quotidianamente ci si prepara in vista di appuntamenti nazionali (il 14 giugno quello juniores con i campionati italiani proprio a Noto e successivamente quelli Esordienti e Allievi a Dalmine il 2 agosto).

Su tutti, il cassibilese Paolo Leone ma anche i vari Basile, Anselmo, Florio, Carmeni, Brancato, Fallo, Badalamenti e Azzarello, mentre al femminile hanno avuto la possibilità di mettersi in luce Margherita Putelli di Augusta e Sara Caruso di Pachino per rimanere nell'ambito del territorio siracusano, oltre le varie Centamore e Orecchio.

Soddisfatto delle prestazioni e della costante crescita chi li segue periodicamente all'interno della struttura gestita dal VelodroN Noto, ovvero il prof Rosario La Rosa: “Una crescita costante - dice - questi ragazzi dimostrano sempre abnegazione e voglia di crescere. Anche di recente a Pergusa sono emerse le loro qualità, nelle varie gare Esordienti o Juniores, fra giri di percorso e crono individuali”. 

E domani, ovviamente, occhi puntati sull'appuntamento clou per ogni ciclista o aspirante tale. La prima tappa italiana del Giro d'Italia che scatterà da Avola dopo il prologo in Ungheria.    


💬 Commenti