Claudio Faraci campione d'Italia nella staffetta mista: lo lanciò il compianto Lappostato

Il floridiano ha vinto nella 4x100 a Roma con l'Aniene, dopo essere stato svezzato dal maestro aretuseo scomparso meno di un anno fa

L'ennesimo exploit della sua ancora giovane carriera natatoria. Forse il più importante e con un tifoso d'eccezione che lo avrà certamente spinto da lassù. Claudio Antonio Faraci si è laureato campione d'Italia nella 4x100 mista M con il Circolo Canottieri Aniene che ha chiuso col tempo di 3'36"08 (Jacopo Bietti 55"61, Nicolò Martinenghi 58"23, Claudio Antonino Faraci 53"59, Leonardo Deplano 48"65) davanti alle Fiamme Gialle (3'37"61) e il Gs Esercito (3'37"74).

L'ennesimo exploit per il nuotatore floridiano che terminato il Liceo decise di approdare a Roma per gareggiare con il Circolo natatorio più forte d'Italia, non prima di essere stato svezzato e lanciato dal compianto Marco Lappostato. Lo storico coach aretuseo lo “traghettò” a suon di titoli e record regionali e nazionali verso l'olimpo del nuoto nazionale, laddove Faraci ha già avuto modo di farsi apprezzare, essendo riuscito pochi mesi fa a conquistare anche il terzo posto del prestigioso Trofeo “Sette Colli” gara di rilievo internazionale.

E del successo di Faraci ha plaudito anche il sindaco di Floridia, Marco Carianni con un post: “Il nostro Claudio Faraci è Campione d'Italia negli Assoluti, staffetta 4x100 mista, frazione farfalla, squadra Circolo Canottieri Aniene. Complimenti, Floridia è orgogliosa di te”. 

Faraci (in t-shrit blu scura) con la squadra del CC Aniene dopo l'oro ottenuto)

💬 Commenti