Siracusa ko alla prima, Montagno: "Brutta gara ma adesso dobbiamo reagire"

Il presidente sul 4-2 contro la Nebros, sconfitto anche il Palazzolo, sorride solo la Leonzio

Il presidente Montagno (foto Simona Amato)

Dopo il Real Siracusa nell'anticipo di sabato, sorride solo la Leonzio. Che alla prima giornata del campionato di Eccellenza, ribalta il Comiso, a domicilio, e conquista i primi tre punti della sua stagione. Carbonaro e soprattutto Kabangu nel finale fanno sorridere il tecnico Natale Serafino: “Abbiamo disputato una grande prestazione - ha detto il tecnico ai canali ufficiali del club - non era facile contro una squadra agguerrita che ha lottato su ogni pallone. Dovevamo avere soprattutto un po' più di attenzione in avvio di ripresa ma poi abbiamo reagito bene, ci siamo ricompattati e vinto credo meritatamente soprattutto per il fatto che ci abbiamo sempre creduto”. 

Cade il Palazzolo sul campo della neopromossa Mazzarrone ma esce sconfitto soprattutto il Siracusa da Piraino, contro la Nebros, per 4-2. E dire che la squadra di Peppe Mascara si era portata avanti con Marco Montagno, subendo però il ritorno dei padroni di casa (e di Simone Fioretti autore di una tripletta), trovando la seconda rete allo scadere su autorete. “Una brutta prestazione - ha detto il presidente Salvo Montagno - e non ci sono attenuanti, anche se sul 3-1 forse ci poteva stare un rigore su Ficarrotta. Detto questo non facciamo drammi, è vero che volevamo partire forte ma poi la realtà è anche quella che trovi squadre preparate e puoi perdere. Dobbiamo rialzarci subito e iniziare a vincere”. 

Squadra che non tirerà il fiato perché mercoledì incomberà di nuovo la stracittadina contro il Real, match di ritorno del primo turno dopo l'andata disputata ad Avola (che vide gli azzurri vittoriosi di misura grazie a Ficarrotta): si giocherà al “De Simone” alle 15,30. 


💬 Commenti