Prima gioia Palazzolo, Matarazzo: "Vinto e sprecato tanto. Che cuore questi ragazzi"

Sorride anche la Leonzio nel giorno della riapertura della Tribuna "Crescimanni"

Dopo l'anticipo con la stracittadina di ieri, il penultimo turno di andata di Eccellenza ha segnato la prima vittoria in campionato del Palazzolo. La squadra di Peppe Matarazzo ha violato Ispica (squadra che i gialloverdi avevano già superato nel prologo della Coppa Italia questa estate) e adesso si trova al terz'ultimo posto dopo essersi lasciata alle spalle proprio la compagine iblea e l'Acicatena. Adesso ci si potrà preparare all'ultima prova dell'anno, in casa contro il Taormina, con ancora maggior convinzione dei propri mezzi.

“Finalmente ci siamo sbloccati anche se al primo minuto, alla prima disattenzione, venivamo beffati da Hurtado (l'attaccante che la scorsa settimana si era sbloccato con la maglia del Real Siracusa, salvo poi cambiare destinazione in settimana e tornare ad Ispica, ndr). Ma abbiamo meritato di vincere - ha detto Matarazzo - perché abbiamo dominato la partita. Loro erano poi rimasti in dieci e dopo aver sprecato tanto come al solito, in avvio di ripresa, eravamo riusciti a trovare il pari con Cirelli e successivamente il raddoppio con Vinicius. Poi, però, eravamo rimasti noi in inferiorità numerica per le espulsioni dello stesso Cirelli e di Illustre. Giardina si divorava il 3-1 e sembrava una gara segnata ma abbiamo avuto la forza di trovare ugualmente il 3-1 con Vinicius, seppur in nove contro dieci. Una gara tutto cuore e grinta, anche se continuiamo a sbagliare tanto. Per come è arrivato questo primo successo, diciamo che il 3-1 vale più dei soliti tre punti. Avrà un peso specifico non indifferente in campionato”.

Sorride anche la Leonzio nel giorno della riapertura della Tribuna C (il cuore pulsante dei tifosi): 4-1 alla Roccaquedolcese (Sangiorgio, Carbonaro, Kabangu e D'Emanuele) e zone medio-alte della classifica con vista derby, domenica prossima al De Simone contro il Siracusa.

“I ragazzi hanno risposto alla grande, è un onore per me vedere cosa abbiano messo sul campo per raggiungere il risultato – ha commentato mister Natale Serafino ai canali ufficiali del club -. Oggi era l’unica cosa importante da fare, bravi loro, bravi tutti, ci prendiamo questi tre punti meritati e pensiamo alla prossima. Abbiamo preso gol all’inizio del secondo tempo su autorete e questo ci ha messo forse un po’ di ansia, siamo stati forse troppo contratti, però dopo abbiamo reagito con il terzo gol e chiuso la gara con la quarta rete. Vedere questa struttura, questo stadio pieno di gente, che in questa categoria centra ben poco, è stato veramente soddisfacente. Giocare con la curva Crescimanni aperta al pubblico, per noi è stato motivo di grande piacere. Noi siamo qui per dare il massimo, con le nostre forze e per questi colori e sputeremo sangue fino all’ultima giornata. Da responsabile di questo gruppo dico che venderemo cara la pelle fino all’ultima giornata. Alla fine si tireranno le somme”. 


💬 Commenti