Villari: “Aretusa, finalmente il pubblico. Sarà uno spettacolo”

Il presidente sui prossimi impegni in A2 della femminile e della maschile

Dopo l’esordio casalingo della formazione femminile, adesso toccherà alla Pallamano Aretusa maschile, domenica alle 17,30 al Pala Pino Corso contro Cus Palermo per la seconda giornata di A2 maschile (femminile impegnata sabato alle 15,30 a Civitavecchia contro Flavioni).

“Dopo tre anni finalmente il pubblico siracusano potrà vedere i margini di crescita dell’Aretusa - ha detto il presidente Placido Villari - così come avvenuto domenica scorsa con la femminile, per l’apertura del palazzetto a tutti. Gli ultimi tre anni sono stati pesanti perché giocare a porte chiuse non è stata una cosa bella. Adesso tifosi e genitori potranno vedere i progressi fatti dai nostri ragazzi in questi anni”.

Poi un passo indietro del massimo dirigente: “Mi preme l’obbligo ringraziare il tecnico precedente della femminile Antonio Costa per il lavoro di questi anni, così come il prof Roberto Giuffrida col settore giovanile. Voglio anche precisare che per entrambi non si tratta di un addio ma un arrivederci. Settore giovanile e squadra femminile sono stati affidati ad Alfio Settembre, su cui non c’è altro da aggiungere per il valore che ha e il punto di riferimento per tutta la società. Domenica ha esordito con la squadra femminile non conoscendo ancora la squadra, a Civitavecchia si presenterà già con una settimana di lavoro durante la quale ha avuto modo di conoscere le caratteristiche di ognuna. Tra l’altro mercoledì lo stesso Alfio Settembre ha potuto visionare anche le giovani del MaTTroina: sabato come detto ci sarà questa seconda gara, non ci interessa il risultato ma amalgamare sempre di più la squadra”.

Quindi pensiero sulla squadra maschile: “Sulla maschile abbiamo già iniziato con l’Under 20 e a dicembre organizzeremo il secondo concentramento a Siracusa. Sarà anch’esso a porte aperte e ciò ci permetterà di far vedere uno spettacolo nazionale anche al nostro pubblico. La A2 ha preso il via ad Enna ma non siamo partiti ancora con lo spirito giusto per il pensiero rivolto al nostro Vincenzo Giuliano. Sabato abbiamo esordito con una squadra giovane, ancor più tale dopo pochi minuti perché abbiamo perso pure il capitano Lorenzo Santoro per infortunio, stiamo lavorando bene e daremo del filo da torcere a chiunque. Speriamo già dal match di domenica col Palermo. Spero che tutti gli sportivi siracusani possano accorrere per conoscere una nuova realtà di pallamano che non tutti hanno potuto vedere e questa crescita la dobbiamo al lavoro svolto da Andrea Izzi, Enzo Augello, il preparatore atletico Marco Marchisio oltre il prezioso lavoro del fisioterapista Ugo Sortino. A giorni conosceremo anche le modalità del campionato Under 17 e aspettiamo di iniziare pure con Under 15 e 13. Contiamo, infine, di sviluppare il movimento giovanile anche al femminile attraverso il connubio con le scuole”.


💬 Commenti