Val d’Anapo-Sortino, adesso è conto alla rovescia

Presentata la kermesse di fine mese nel salone dell’ACI a Siracusa

La presentazione della Val D’Anapo Sortino nel salone Aci

Conto alla rovescia per la 37ma edizione della Val d’Anapo-Sortino. Stamani la presentazione all’ACI all’interno della sala stampa dove sono raffigurati tanti piloti che hanno fatto la storia delle corse automobilistiche del territorio siracusano.

La gara in salita per il “Trofeo Italiano velocità Montagna Girone Sud” si svolgerà dal 25 al 27 marzo e sarà caratterizzata da una massiccia presenza di piloti, non fosse altro perché l’evento rappresenta il primo grande appuntamento a livello nazionale.

“Un ringraziamento ai partecipanti e a chi consente ancora oggi di realizzare tutto ciò - ha detto l’avvocato Pietro Romano presidente dell’ACI che ha fatto osservare un minuto di raccoglimento per la Guerra in Ucraina (fatto tragico ricordato da tutti gli intervenuti) - con la speranza di poter sempre raccontare in futuro, eventi di questo tipo anche nella nostra città capoluogo. Sarà un momento di aggregazione e sarà bello ritrovarsi tutti insieme dopo l’emergenza sanitaria che ci ha limitati negli ultimi due anni”.

“L’evento era in programma ad ottobre ma ci siamo visti catapultati a fine marzo quale primo appuntamento - ha detto il sindaco di Sortino, Vincenzo Parlato - e grazie alla passione e alla competenza di chi organizza, si è riusciti a mettere a punto tutto quanto. Sortino ne beneficia ancora una volta ma anche tutto l’hinterland per un impulso turistico che si avrà in quei giorni. Una gara che si arricchisce ogni anno tenendo però sempre presente che la sicurezza è la priorità assoluta. Sia per i piloti, sia per chi assiste”.

“La vittoria di Luigi Fazzino ci ha motivati ​​ancora di più - ha aggiunto il sindaco di Melilli, Giuseppe Carta - da sempre Melilli e Sortino tante cose, in primis la promozione del territorio. I nostri antenati in passato hanno donato alle nostre città bellezze monumentali non indifferenti e ciò rende sempre appetibile il nostro territorio. Siamo orgogliosi della macchina di far parte di questa organizzazione perché quando una squadra similitudine è collaudata, il risultato è sempre ottimale. Questo evento è diventato un collettore di promozione per la provincia ma ci permette anche una inclusione sociale non indifferente. Non vediamo l'ora di condividere questo appuntamento con tutti”.

“Siamo orgogliosi anche noi come amministrazione comunale di essere fra i protagonisti di un evento che oggi tocca la provincia ma che speriamo in futuro possa raccogliere pure il capoluogo - ha detto l’Assessore comunale allo Sport, Andrea Firenze - lo sport è un momento di aggregazione molto importante, ancora di più se abbinato a eventi con finalità solidali e sociali come questo, in un momento in cui nel mondo non si parla che di Covid e Guerra”.

“Noi riusciamo ad avere personalità storiche e giovani emergenti per un mix vincente - ha detto Sergio Imbrò vicepresidente Aci e Siracusa Promotorsport, presidente del comitato organizzatore - che ci permette ogni anno di fare grande questa manifestazione. Oltre alla gara ci sarà anche “Tutti in pista” al via da Melilli verso Sortino con i ragazzi diversamente abili e da quest'anno il supporto del Club Maserati. Un'attività di completa inclusione, con la possibilità di coinvolgere anche diverse scuole grazie al supporto dell'Asp. Ci saranno 38 postazioni lungo il percorso, 5 medici e altrettante ambulanze per la rianimazione, oltre ad un medico capo che coordina tutto; esperti, medici, un team commissari sicurezza fondamentale per l'aspetto della. Avremo la Coppa Massimo Di Pietro, un Memorial molto sentito da tutti noi il Memorial Pippo Laganà, il Trofeo La Pera e tanti partner che aumentano l'interesse e l'appeal per una kermesse Caratterizzato da tanti eventi collaterali. Apriremo il Tvm, notizia arrivataci un mese fa ma corriamo da quella data e speriamo che per l'evento sia tutto apposto. Il direttore di gara sarà Marco Cascino conosciuto a livello nazionale, speriamo che il nostro delegato provinciale Manlio Mancuso possa superare gli esami di oggi e la provincia possa avere di nuovo un direttore di gara dopo tanti anni”.

Saranno quasi 6 chilometri di durante i quali Luigi Fazzino ultimo vincitore , cercherà di ripete: “Per me sarà unonore essere di qui - ha detto il giovane melillese in ascesa - occorrerà occorrere un percorso per preparare una gara dove non si nuovo pilota per preparare una settimana i tracciati, questo lo conosco a memoria perché lo faccio quasi ogni giorno, speriamo di potermi ripetere. Non mi aspettato di vincere e se ci penso ancora oggi mi viene la pelle d'oca”.

Vincenzo Barone, pilota etneo e appassionato di auto ha avuto le precedenti edizioni: “Una gara alla quale non si rinuncerebbe per alcun motivo viste le caratteristiche, la bellezza del paesaggio e la competitività. Insomma speriamo che la Val d'Anapo Sortino possa migliorare ancora di anno in anno ed entrare di diritto fra le gare di livello assoluto in campo nazionale”.


💬 Commenti