Sei corse di trotto al "Mediterraneo": occhio al Premio Vulcani

Domani convegno al via alle 14 nell'impianto di contrada Maeggio

Competitivo e interessante il convegno di trotto in programma, giovedì 4 novembre, all'ippodromo del Mediterraneo di Siracusa. Sei corse in programma dalle ore 14 in poi con un centrale, Premio Vulcani, che impegna cavalli anziani in una contesa Condizionata. Partiamo dal basso dello schieramento con Urbano Bargal regolarissimo, benché l'ultimo sbaglio interrompe i suoi successi in curriculum. Buona linea con l’insidiosa Zia Paola Jet, dal temibile spunto finale, mentre prepara da tempo questa competizione Zadig del Ronco che resta il valido avversario. Non fuori dalle piazze anche Vacanza Jet, Artemisia Gar e Vaitor. 
In apertura, i giovani 2 anni si sfideranno nel Premio Tambora. Qui, dovranno competere in una Condizionata sui 2200 metri. Corsa apertissima con Jet Royal F che, dopo bella qualifica, ha dimostrato sulla pista palermitana una bella meccanica raccogliendo il terzo gradino del podio. Più rodata, anche se un po’ più stentata, si ripresenta Don’t Explain, che potrebbe gradire proprio la più lunga distanza. In linea con lei anche Doki Doki. Si parla benissimo di Dok Light, atleta molto regolare chiamato ad adattarsi a Siracusa. 
Pochi, ma buoni, anche per il Premio Krakatoa, dove sei cavalli di 3 anni scorreranno sui selettivi 2200 metri. Partiamo da Clara Risaia Trgf, che sa condurre la competizione e vincere anche con metri in più. In linea Comida o Corrivia Font, quest’ultima ha raccolto benissimo sul miglio. Non si lamenta neanche Chanel SM. Caceres, rientrata a Palermo con soddisfazione, deve riscattare l'ultima performance. L'attenzione non può distaccarsi neanche da Cris d’Asa. Insomma tutte pronte per dare spettacolo.
 


💬 Commenti