L’Albatro cade a Fondi colpita dagli ex

Canete, Fredj e Vanoli protagonisti del successo dei laziali

L’Albatro cade a Fondi nel turno infrasettimanale di campionato. Nel match contro i laziali in evidenza proprio gli ex, a cominciare da Canete, capocannoniere del torneo e grande protagonista degli aretusei fino a due stagioni fa. Lo spagnolo è stato il top scorer del match con 11 reti e a bersaglio sono andati anche il tunisino Fraj con 6 reti (arrivato pochi giorni fa e fino a pochi mesi orsono a Siracusa) e l’argentino Vanoli, anch’egli ex del match.

Nella squadra di Fabio Reale non sono bastati i soliti Gorela e Souto Cueto e alla fine gli aretusei sono usciti sconfitti 26-22 dopo una gara tutto sommato equilibrata. Sabato Albatro di nuovo in casa, al Pala Pino Corso arriverà Rubiera.

FONDI - TEAMNETWORK ALBATRO   26-22 (11-10)

Fondi: Ciccolella, Miceli, Vanoli 1, Muccitelli, Cañete 11, Dieguez, Garcia 1, De Luca 1, D’Ettorre, Durmwalder, Livoli, Speranza, Trani, Di Fazio, Arena 2, Lotfy 4, Di Biasio, Fredy 6. All. Giacinto De Santis

Teamnetwork Albatro: Mincella, Bianchi 1, Mantisi, Zungri, Vinci 2, Martelli, Souto Cueto 6, A. Calvo, Di Mercurio, Cuzzupè, Murga 1, Bandiera, Bobicic 2, D. Gligic 2, Gorela 8, M. Gligic. All. Fabio Reale

Arbitri: Marcello Carrino – Stefano Pellegrino


"Avevamo preparato bene il match sapendo di giocare contro uno degli attacchi più forti del torneo - commenta il tecnico siracusano - Peccato per il blocco che abbiamo avuto dopo essere riusciti a recuperare il risultato fino a portarlo a nostro favore.
Poi abbiamo sbagliato troppo, perdendo almeno cinque palloni in attacco - conclude Reale - Anche un leggero nervosismo che ci ha costretti in inferiorità in alcuni momenti e abbiamo pagato. Adesso rifiatiamo e subito testa a sabato perché contro il Rubiera, in casa, dovremo necessariamente vincere."


💬 Commenti