Uno segna, l’altro difende. Entrambi difensori ma Santo Carpinteri è più prolifico del fratello Christian, già a quota 3 dopo la terza rete odierna del suo Megara nel 4-1 finale all’Avola. Un nome “pesante” tanto quanto quello del nonno che ha fatto la storia del calcio e non solo ad Augusta. Oggi i due nipoti stanno trascinando la squadra di Saro Monaca per una cavalcata incredibile, una serie utile degna delle squadre di vertice che ha permesso al Megara di superare lo stesso Avola e il Canicattini, sconfitto a Scicli, così come il Priolo ko a Ragusa. Anticipi di Promozione che hanno dunque sorriso ai neroverdi oggi dietro le squadre play off. Quasi impensabile prima di Natale, bella realtà oggi ad inizio febbraio. 


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi