Vigaro Siracusa gioie e dolori, impresa del Città di Siracusa

La società di Gamuzza vince in B2 e C1 ma perde in B1, quella di Aliotta supera la capolista nella serie cadetta

La Vigaro Siracusa di Serie C1

Gioie e dolori per la Vigaro Siracusa nell'ultimo week-end di tennis tavolo. Le tre formazioni impegnate nei rispettivi campionati nazionali e regionali hanno comunque mostrato tutte una certa vitalità, nonostante però quella maggiore, militante in B1, abbia perso in casa per 5-4 dal T.T. Salento Lecce Cooburn (nello stesso campionato impresa del Città di Siracusa che a Palermo si impone per 5-3 sulla capolista Mazzola).

I quattro punti per gli aretusei sono arrivati da Salvo Ganci per 3-0 (11-7/12-10/11-8) su Alan Buccolieri e su Manuel D’Amico, di Francesco Mollica su Buccolieri e da Fabio Amenta per 11-5/11-2/11-9  ancora su Buccolieri. 

Per il Città di Siracusa il protagonista è stato Manuel Moncada che ha avuto un peso specifico notevole nel successo della società del presidente Aliotta sul Palermo. Oltre ai tre punti del pongista aretuseo, determinante anche i due messi a segno dal bulgaro Tsolov.

In B2 la Vigaro Siracusa s'impone nella gara interna contro lo Sportenjoy Palermo per 5-3 grazie ai due punti di Marco Bordonaro (contro Antonino La Torre e Carmelo Noto), gli altrettanti di Steven Barberi (su Noto e Luciano Curatolo, più il quinto di Angelo Branca su Noto. Sorrisi anche in C1 per la società aretusea di Peppe Gamuzza che, in casa coglie la quarta vittoria consecutiva consolidando il primato in classifica: vittoria netta contro l’Ausonia Iblea per 5-1 grazie ai due punti ciascuno per Francesco Lo Passo e Francesco Vitaliti, e l'ultimo di Lalio Ivanov. Ko la Robur Noto contro l’Himera G. Randazzo Cascino per 5-1. L’unico punto dei netini è stato siglato da Vincenzo Alessi su Claudio Casà.

Il prossimo turno di campionato è previsto per il 4 e 5 dicembre con la quinta giornata di andata.


💬 Commenti