Samuele Burgo d'argento ai mondiali in Canada. E la sorella Irene conquista la finale per la prima volta

Bilancio positivo per i due fratelli della canoa velocità alla kermesse iridata

Samuele Burgo d'argento, altra prestigiosa medaglia iridata che si aggiunge alla brillante carriera del canoista aretuseo della Nazionale. Ai mondiali di canoa velocità in Canada, Samuele Burgo in coppia con il palermitano Andrea Schera, è stato protagonista della finale del
K2 1000. Un podio importante in proiezione Giochi di Parigi 2024, dove questi due allievi delle
Fiamme Gialle del megarese Antonio Scaduto, potranno recitare un ruolo importante.
“È stata una settimana molto impegnativa - ha detto Burgo - perché ho trascorso dei giorni a letto con l'influenza e ciò mi ha chiaramente condizionato, tanto che ho sfiorato la finale nel K1 1000 persa per un decimo di secondo. Però poi mi sono rifatto nel K2 1000 con Andrea e posso dire che questa è la strada giusta per il futuro”.
Soddisfatto anche il presidente della Federcanoa, Luciano Buonfiglio, presente alla kermesse iridata laddove è stata protagonista anche Irene Burgo, sorella di Samuele, nona alla finale del K1 100, risultato importante visto che era la sua prima finale assoluta iridata in carriera.

“Sono molto felice - ha detto Irene a mezzo social - di aver preso parte alla mia prima finale in un campionato Mondiale senior - e questa posto rappresenta un nuovo punto di partenza verso i Giochi di Parigi 2024”, ha poi concluso l'atleta del Gs Fiamme Oro. In Canada protagonista anche la megarese Cristina Petracca con il K4 500, fermata in semifinale con Susanna Cicali,
Mathilde Rosa e Agata Fantini. 


💬 Commenti