È certamente fra i tecnici emergenti del momento. Perché il suo Priolo dei giovani - unito a qualche elemento di esperienza - ha scalato posizioni sino ad assestarsi al terzo posto del girone D di Promozione. Non è più una sorpresa ma Nico Porchia continua a predicare calma: “Pensiamo a salvarci - dice - poi si vedrà. Nel senso che l’appetito vien mangiando e trovarsi lì non è un caso perché lo abbiamo meritato. Ma vogliamo rimanere umili, anche a Frigintini abbiamo espresso un bel calcio e adesso ci prepariamo a questo finale di andata sperando di fare ancora punti importanti”.

Il Priolo dei giovani e per i giovani, con il progetto Next Gen che va avanti e l’Under 19 in testa: “È sempre stato il leit motiv della società e lavorare così è gratificante. La nota dolente è l’assenza di un impianto tuo, ringraziamo sempre chi ci ospita e permette di lavorare ma pensate se avessimo una struttura tutta nostra quante cose potremmo fare“. 


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi