Altro turno amaro per le siracusane, si muove solo il Megara

La squadra di Migneco pareggia ancora e non è più ultima, ko per Avola, Canicattini e Priolo in match proibitivi

Canicattini e Gela in campo

Come sette giorni fa, a muovere la classifica per le formazioni siracusane del girone D di Promozione è solo il Megara. Un punto, nell'anticipo di sabato per la squadra di Ciccio Migneco in casa contro lo Scordia, poi solo sconfitte. Anche se preventivabili visto che Misterbianco, Gela e Atletico Catania (contro le quali si sono confrontate rispettivamente Avola, Canicattini e Priolo) sono d'alta classifica e ad oggi il gap resta importante. Perché inizia a delinearsi la classifica dopo sette giornate, con quattro formazioni che sembrano prendere il largo e il resto a giocarsi la permanenza nella categoria.

Il Megara, però, dal turno odierno avrebbe certamente potuto ottenere qualcosa di più rispetto all'1-1 maturato con lo Scordia, grazie al pari di Busso a un quarto d'ora dalla fine. Va anche detto, però, che i calatini non sono la squadra di inizio campionato, ma rafforzatasi settimane dopo settimane, tanto più che la compagine di Giuffrida sta cercando di recuperare una posizione dietro l'altra. Un po' come i megaresi che comunque grazie a questo pareggio non sono più ultimi, in quanto adesso hanno lasciato dietro il Pro Ragusa e l'obiettivo sarà certamente quello di risalire, un po' come tutte le altre formazioni aretusee ferme al palo da due settimane e in una posizione anonima di classifica.

Nel prossimo turno, chi potrà sperare concretamente di tornare a smuovere la classifica, sarà proprio il Canicattini di Forcellini che sabato sarà di scena sul campo del Pro Ragusa. Sempre in anticipo il Megara, stavolta a Scicli contro una squadra che nel pomeriggio ha imposto il pari alla capolista Vittoria. Domenica scenderanno invece in campo Avola (match proibitivo a Gela) e Priolo (a Scordia).


💬 Commenti