Eurialo a un passo dalla C: "Ma senza pubblico non è la stessa cosa"

Il vicepresidente Corso intravede il traguardo con la squadra femminile ma si rammarica per la situazione impianti

Ancora un 3-0 (25-15, 25-9, 26-24), stavolta al Carlentini ed Eurialo a un passo dalla Serie C femminile di pallavolo. Pronostico rispettato, ma non è stata una passeggiata. L’Eurialo Siracusa ha superato in tre set un combattivo Carlentini, consolidando il primo posto in classifica. La promozione aritmetica potrebbe arrivare domenica prossima nello scontro diretto di Catania contro la Teams Hub, seconda nel girone C di serie D a -9 dalle aretusee, ma con una gara in meno. Sarà più semplice fare i calcoli dopo il recupero di mercoledì 4 maggio tra le etnee e la Solarpharm. 

Al PalaLobello le verdeblù (con qualche assenza di troppo in organico) non hanno potuto giocare al risparmio perché le avversarie ce l’hanno messa tutte per rendere loro la vita difficile. Meglio il Carlentini, penultimo in graduatoria con 5 punti, nelle fasi iniziali. Poi viene fuori la squadra di casa, che “strappa” per la prima volta dopo il 5-5 siglato da Bennardo. Un errore difensivo carlentinese porta avanti l’Eurialo, che poi “scappa” con Biasibetti, Valenti, Bennardo e Perticone: 11-6. Le ospiti accorciano (12-9), ma le locali le riallontanano, con Valenti e Carucci, non sbagliando più fino al 25-16 realizzato da Perticone.

Nel secondo parziale, Eurialo subito avanti di 2, ma raggiunta e superata (2-3). Poi inizia lo show delle padrone di casa, che realizzano 18 punti di fila, “ammazzando” il set, che si conclude sul punteggio di 25-9. Il terzo assume una fisionomia diversa sin dalle battute iniziali. L’Eurialo si rilassa, il Carlentini ne approfitta e va sul 10-5. Le ospiti si mantengono avanti, sfruttando anche gli errori in attacco delle avversarie e una fase difensiva non ottimale. Sul 22-24 sembra fatta per la squadra di Bucello, ma l’Eurialo non si arrende e, con 4 punti consecutivi (due in battuta di Di Martino, una palla fuori avversaria e l’attacco vincente di Bennardo), riesce a condurre in porto i il risultato pieno.

“L’unico neo di questa stagione così bella per noi – ha detto a fine gara il vicepresidente Salvo Corso – è la mancanza di pubblico. Dispiace giocare in casa in impianti che non possono ospitare spettatori. Non entro nel merito del contezioso tra vecchio gestore e amministrazione comunale, ma di certo chi ci va di mezzo sono solo le società sportive siracusane che non possono contare sui tifosi in tribuna. Ci stiamo già organizzando per disputare altrove la partita del 15 maggio contro l’Agira, che potrebbe essere quella decisiva per la promozione. Potremmo anche arrivarci con il traguardo già raggiunto, se faremo risultato a Catania. In ogni caso, sarà una festa per noi ed è giusto e che anche i familiari delle atlete e chi ci segue possa partecipare”.


💬 Commenti