Real e Siracusa pronte alla stracittadina fra tifo, fede e... fair play

Domani il derby di campionato al "De Simone"

Manservigi (Real) e Montagno nella sfida recente di Coppa Italia

Uno dei migliori reparti offensivi del girone, contro una delle difese meno perforate sinora. Real - Siracusa non sarà solo la stracittadina che per la prima volta si giocherà in campionato dopo due prologhi di Coppa Italia tra lo scorso e quest'anno. Ma sarà anche una partita a scacchi fra due tecnici che cercheranno di regalarsi una domenica importante, sfruttando quelle che sono le principali caratteristiche delle proprie formazioni. Il Real di Danilo Gallo ha un reparto offensivo di prim'ordine ma naviga a centroclassifica, il Siracusa ha sistemato la difesa (oggi tra le meno battute) e si è portato a ridosso dei play off. Entrambi i tecnici la stanno preparando nei minimi dettagli, per una sfida che si giocherà davanti a una cornice di pubblico importante e nel segno della patrona Santa Lucia con una cerimonia dedicata poco prima del fischio d'inizio.

E con uno spirito, che se da un lato è giusto sia campanilistico, dall'altro è dettato anche dal fair play come ha sottolineato l'avvocato Luciano Puzzo in un suo lungo post: l'ex presidente del Siracusa, oggi dirigente del Real ha mostrato come sempre eleganza, signorilità e sportività. Doti oggi sempre più rare nel mondo del calcio.


💬 Commenti