Murga: “Albatro, c’è poco da pensare. Dobbiamo agire”

Aretusei domani a Rosolini per la prima play out contro Eppan, parla l’argentino

Motivazione e determinazione negli occhi dei giocatori che domani, a partire dalle ore 18, al Pala “Tricomi” di Rosolini, si giocheranno gara 1 della semifinale play out della Serie A Beretta.

Questo si leggeva negli sguardi dell’intera rosa della Teamnetwork Albatro durante l’allenamento seguito alla video analisi delle partite dell’Eppan, squadra che scenderà domani in Sicilia da quart’ultima della stagione regolare del massimo campionato di pallamano.

Perfetta parità negli scontri diretti in campionato tra le due squadre. Vittoria siracusana all’andata, successo altoatesino al ritorno.

Da domani non ci saranno punti in palio, ma il lasciapassare per la permanenza nella élitenazionale.

«C’è poco da pensare, dobbiamo soltanto agire – dice in maniera secca Max Murga – Stiamo lavorando sodo in vista di queste, speriamo, ultime due partite. Siamo focalizzati su quest’obiettivo e mentalmente consapevoli di poter dire la nostra.

L’Eppan è una squadra durissima – continua ancora il giocatore italo argentino – Ha ottimigiocatori che ci hanno messo in difficoltà. Stiamopreparando la partita in maniera molto diversa e sono veramente fiducioso perché vedo quella giusta voglia di conquistarsi un obiettivo meritato.»

Le due squadre si ritroveranno a campi invertiti sabato prossimo, per gara 2 e resteranno sempre ad Appiano per l’eventuale gara 3 in calendario domenica 22 maggio.

Ad arbitrare il match di domani saranno Giovanni Fato e Luigi Guarini.

Sulla panchina dell’Albatro ancora Gianni Attanasio che sostituirà lo squalificato Peppe Vinci. Altra giornata di stop anche per il capitano Gianluca Vinci.


💬 Commenti