Da Palazzolo a Siracusa e... viceversa: le emozioni di Gabriele Ferla

L'ex azzurro si infortunò lo scorso gennaio, domenica tornerà tra i pali proprio contro gli aretusei: "Che scherzi del destino..."

Sembra quasi la trama di un film strappalacrime o da libro cuore. E il calcio, in effetti, regala anche emozioni simili. Come quelle che proverà Gabriele Ferla, portiere palazzolese, 35 anni compiuti lo scorso 28 ottobre e fermo dallo scorso gennaio per infortunio quando vestiva la maglia del Siracusa. Domenica, per uno stranissimo scherzo del destino, tornerà in campo, vestendo però la maglia del Palazzolo nel derby contro il Siracusa: “Quando è stato fatto il mio annuncio a Palazzolo, tutti mi hanno fatto notare questa cosa…”.

In campo proprio contro il Siracusa perché - a proposito di infortuni - l'argentino Fernando Martinez si è fatto di nuovo male nel match di Modica, sospetta rottura del crociato, dunque stagione praticamente finita. Un calvario anche per l'estremo difensore sudamericano che ha costretto la società ad intervenire sul mercato e “pescare” in casa: “Ho subito accettato perché potrò gestire altre situazioni, fra lavoro e famiglia che viceversa altrove non avrei potuto fare. E' il motivo per il quale dovetti dire di no al Siracusa qualche tempo fa quando si parlò di una mia riconferma. Avevo anche pensato di smettere o comunque prendermi una pausa, ma il richiamo è stato troppo forte e sarà emozionante, a prescindere dall'affrontare il Siracusa, rimettere piede di nuovo in campo”. 


💬 Commenti