Andrea Carpenzano sale sul gradino più alto del podio al termine della terza prova del campionato regionale Formula Junior Trophy sul tracciato di Concordia. E da Agrigento il pilota aretuseo riparte con un carico di entusiasmo maggiore.
“Sono davvero molto soddisfatto di questo weekend di gare perchè finalmente sono riuscito a conquistare il primo posto, meritato, per come mi sono espresso nella due giorni di Agrigento nonostante l’incognita maltempo”. Che è ciò che ha condizionato maggiormente i piloti e lo stesso Carpenzano, il quale ha poi spiegato il perché: “Sapevamo che ci sarebbe stato brutto tempo. Ma tra pista bagnata e altre variabili, tra le quali il vento forte con sabbia del deserto e cenere dell’Etna, diciamo che le gare si sono complicate e non poco. Mettiamoci anche il fatto, inoltre, che la pista era stata oggetto di rifacimento in alcuni settori del manto stradale che unite alle situazioni avverse descritte prima, ci hanno costretto a interpretazioni continue durante la gara per evitare errori e chiudere al meglio possibile”.

Ed ecco poi la descrizione della gara: “Nella giornata di sabato ho disputato delle libere per provare la vettura e trovare punti di riferimento dove mettere le ruote per le quali il mezzo stesso avesse potuto avere più greep e migliorarne quindi la trazione. Abbiamo provato e riprovato e con l’apporto di opportune modifiche, l’auto ha risposto bene e di conseguenza ho girato altrettanto positivamente. Nelle prove libere sono andato bene e ho anche fatto registrare il miglior tempo di giornata. Purtoppo però non è andata così in qualifica perché a causa di un piccolo problema alla frizione, sono stato costretto a chiudere in P7. Da lì in poi le gare sono state tutte da interpretare”.

“In gara uno, purtroppo, a causa del problema alla frizione, non ho potuto fare una buona partenza, ma durante la gara, dopo qualche sorpasso sono riuscito a difendermi e con tanta determinazione ho chiuso in quarta posizione, trasformatasi poi in terza nella mia categoria e nell’assoluta”.

“In gara due, per effetto della griglia invertita, sono partito in pole position. E grazie ad una mia buona partenza ho preso molto margine dal gruppo. Ho mantenuto la prima posizione per quasi tutta la gara, purtroppo però al terz’ultimo giro il problema alla frizione si è ripresentato. E si è rivelato ancor più problematico in quanto una piccola perdita di olio dalla scatola del cambio, andava a finire sui dischi della frizione facendola slittare non poco. Questo fatto purtroppo mi faceva perdere velocità, permettendo alle due vetture che avevo dietro di raggiungermi e addirittura di superarmi“.

”Ho comunque chiuso in terza posizione assoluta ma seconda di categoria, trasformatesi poi in prima grazie anche ad una squalifica che subiva il pilota che mi precedeva. In definitiva sono soddisfatto anche perché questo risultato è stato il frutto di un mix fra giusta determinazione, serenità e aggressività mostrate in pista. Ho ottenuto punti importantissimi che mi hanno permesso di recuperare gli zeri fatti alla prima gara del campionato alla quale non ho potuto partecipare a causa di un guasto meccanico al motore, ancor prima di entrare in pista“.

”In definitiva nella classifica generale del campionato, grazie ai preziosi punti ottenuti nelle due ultime gare, dalla quinta posizione risalgo in seconda rimettendomi in carreggiata per poter giocarmela meglio nel campionato. Adesso sono proiettato già per la seconda tappa della Coppa Italia Turismo one cup series che si disputerà nel prossimo week-end a Varano de Melegari a bordo della mia Bmw. Ringrazio come sempre la mia famiglia, il mio manager Giovanni Grasso, il team CR CORSE, tutti coloro che mi seguono e naturalmente un grande grazie a tutti i miei sponsor che mi supportano”.


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi