Quelle lacrime a fine corsa e l'abbraccio con papà Gianni ancora in pista sono stati la migliore fotografia di una carriera sempre più in ascesa. Matteo Melluzzo non finisce mai di stupire e allo Sprint Festival allo Stadio dei Marmi a Roma (davvero suggestivo non foss'altro perché porta il nome di Pietro Mennea), il velocista aretuseo della Nazionale, scuola Milone e oggi punta di diamante del Gs Fiamme Gialle, ha ritoccato ancora il proprio personale. Perché più che parlare del successo di Marcel Jacobs a Roma, le cronache nazionali sono quasi state tutte per lui, che ha centrato uno stratosferico PB, 10.13 (l'ottavo italiano di sempre ma soprattutto il siciliano più veloce della storia).

Matteo Melluzzo ha, dunque, riscritto la storia e come sottolinea atleticalive.it “A vincere è stato Marcell Jacobs con +1,1 di vento con un tempo promettente di 10.07. Molto bene, battendo Chituru Ali che arriva secondo con 10.11 e terzo, la vera sorpresa di giornata, Matteo Melluzzo con 10.13. La gara più veloce sicuramente della storia dei 100 italiani con tre italiani sotto i 10″14. L’esplosione di Matteo Melluzzo permetterà al velocista di guadagnarsi il suo spot olimpico nella 4×100, se non altro come riserva”.


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi