Festa Aretusa, battuto Alcamo e vetta raggiunta in Serie B

Gara al cardiopalma, primo ko per i trapanesi: impresa della squadra di Izzi

Uno spot per la pallamano, una gara che difficilmente si è vista (e si vedrà) nella Serie B maschile dell'handall. L'Aretusa la fa sua all'ultimo istante grazie alla conclusione vincente da ala, di Vincenzo Giuliano dopo che pochi secondi prima Lorenzo Carnemolla aveva parato il rigore a Vaccaro, sino a quel momento infallibile tanto dai sette metri quanto in qualsiasi altra situazione offensiva. Nel 28-27 con il quale la squadra di Andrea Izzi ha battuto la (ex) capolista Alcamo (adesso entrambe a pari punti in vetta) c'è stato quasi un dejà vu: come quando qualche settimana fa lo stesso portiere riuscì a intercettare il rigore di Conversano nell'ultima sfida della Youth League Under 20, permettendo all'Aretusa di vincere di misura sui pugliesi nel concentramento siracusano. Anche stavolta l'estremo difensore, proprio in quella porta, è stato decisivo e non solo per la parata nel finale ma durante un match che ha regalato emozioni una dietro l'altra confermando che Alcamo e Aretusa meritano la posizione che occupano e - come diranno i protagonisti a fine partita - entrambe di approdare in A2.

La compagine di Randes dopo una fase iniziale di equilibrio, era riuscita quasi a creare un solco (+6 al 20') su quella di Izzi, che pian piano però, ricompattandosi e trovando nell'esperienza di Del Curto, Santos e Lorenzo Santoro dei veri trascinatori, è riuscita a risalire e chiudere la prima frazione sul -3. E così, la ripresa è proseguita sul filo dell'equilibrio, senza che i trapanesi riuscissero ad allungare ulteriormente, anche per la brillante condizione degli aretusei che non hanno mollato di un centimetro, fino al 25-25 al 53' e al 26-25 (primo vantaggio assoluto in gara dell'Aretusa) al 53'48''. Quindi di nuovo Alcamo avanti, nuovo pari Aretusa e il doppio episodio finale: rigore di Vaccaro parato, capovolgimento di fronte e rete finale di Giuliano per l'apoteosi in casa Aretusa.

“Non ci credo ancora - ha detto la giovane ala siracusana - ma al di là di aver realizzato il gol decisivo sono felicissimo per la prestazione di tutta la squadra, cresciamo di partita in partita e abbiamo meritato questa vittoria contro la prima in classifica. Adesso lo siamo anche noi e sarà importante perché arriveremo a questa Final Four di Coppa Sicilia in grandi condizioni psicologiche”. Concetto condiviso anche dallo stesso portiere Lorenzo Carnemolla ancora una volta decisivo: “E' vero, ci sto facendo l'abitudine. Ma anche come contro Conversano avevamo studiato gli avversari con il nostro preparatore Enzo Augello, dunque sapevamo determinate caratteristiche. Poi ci vuole anche un po' di fortuna ma l'abbiamo meritata e adesso sotto per la Coppa Sicilia”.

“Ma alla Coppa ci penseremo da martedì - ha detto il tecnico Andrea Izzi - perché domani concederò un giorno di riposo ai ragazzi. Lo hanno meritato tutto, sono stati molto maturi in fasi della gara cruciali, non siamo crollati ma ero fiducioso che sarebbero arrivati a giocarsela fino alla fine perché cresciamo in autostima e questo successo sarà molto importante anche in ottica Final Four oltre che ulteriore processo di crescita. Complimenti anche all'Alcamo ovviamente perché ha dimostrato di essere una compagine molto forte e composta da giocatori già di serie superiore”.

Il tabellino

Pallamano Aretusa - Th Alcamo 28-27 (11-14)

Pallamano Aretusa: L. Carnemolla 1, Tito, Caramagno 2, L. Santoro 8, Infantino, Izzi 1, Sardo, Del Curto 4, Faraci, Santos 8, Giuliano 1, Vasquez, Yatawarage 1, M. Santoro 2, G. Carnemolla, Brandino. All. Izzi.

Th Alcamo: Scaglione, Lipari 1, Saitta 8, Giacalone 1, Giorlando, Vaccaro V. 9, Chrimatopoulos, Cicirello 1, Orlando, Sciré 5, Vaccaro G., Dattolo, Pizzitola, Saullo 2. All. Randes.

Arbitri: Bocchieri e Scavone


💬 Commenti