Non riesce l’impresa all’Ortigia, che viene sconfitta a Brescia al termine di una partita strana, dove i biancoverdi vanno spesso sotto per poi reagire e rientrare in partita. I ragazzi di Piccardo hanno dovuto rincorrere a lungo gli avversari, arrivando un po’ stanchi poi in alcuni momenti decisivi, che potevano cambiare il destino del match. Un match che i lombardi iniziano meglio, portandosi sul triplo vantaggio a metà primo tempo. Uno schiaffo che scuote i ragazzi di Piccardo, capaci di rimettersi in carreggiata con le reti di La Rosa, Ferrero e Cassia (su rigore). L’equilibrio dura poco perché, sul rovesciamento di fronte, Lazic si inventa la beduina che chiude il tempo sul 4-3 per i padroni di casa. Il secondo parziale è ancora più vivace e nuotato, con tanto agonismo e con il Brescia che parte nuovamente bene, allungando fino a +3. L’Ortigia però non si abbatte, rifacendosi sotto con Bitadze (in superiorità) e Cassia (su rigore). I biancoverdi hanno anche l’occasione per pareggiare, ma sbattono su Tesanovic, e così il Brescia, con la girata di Gianazza ai due metri, si riporta sul doppio vantaggio. Stesso copione poco dopo: Cassia trasforma il suo terzo rigore personale, Gianazza risponde dai due metri. A metà gara è 8-6 per i bresciani. Nella terza frazione la partita si fa più spigolosa e nervosa: lo squillo di Alesiani vale il +3 per Brescia, che poi allunga ancora con Del Basso, espulso subito dopo la rete per aver esultato con insistenza in faccia a Tempesti. I biancoverdi mantengono i nervi saldi e Cassia accorcia ancora, tenendo in gioco l’Ortigia, che nel quarto tempo ci prova, si porta sul -2 e si regala più volte la possibilità di avvicinarsi ulteriormente. Tesanovic e qualche soluzione affrettata però impediscono la rimonta. Alla fine la spunta il Brescia e per i biancoverdi sarà obbligatorio vincere sabato pomeriggio, a Siracusa, per rimandare il discorso 3° posto a gara 3, sempre a Brescia. 

AN BRESCIA - C.C. ORTIGIA 1928 12–10 (4-3, 4-3, 2-1, 2-3)

AN Brescia: Tesanovic, Del Basso 1, Balzarini 1, Faraglia, Lazic 2, Gianazza 3, Renzuto Iodice 1, Guerrato, Alesiani (Cap) 3, Manzi, Irving 1, Gitto, Massenza Milani. Allenatore: Alessandro Bovo

C.C. Ortigia 1928: Tempesti, Cassia 4, Giribaldi, La Rosa 1, Di Luciano, Cupido 1, Bitadze 1, Carnesecchi, Condemi, Inaba 1, Ferrero 2, Napolitano (Cap), Calabresi. Allenatore: Stefano Piccardo

Arbitri: Arnaldo Petronilli (Roma) e Stefano Pinato (Nervi, GE)

Superiorità numeriche: BRE 5/15; ORT: 5/15 + 4 rig.
Espulsioni definitive: Balzarini (B) e La Rosa (O) nel 3° tempo, Giribaldi (O), Ferrero (O), Condemi (O), Faraglia (B), Irving (B) e Guerrato (B) nel 4° tempo per 3 falli; Del Basso (B) nel 3° tempo per comportamento scorretto


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi