Sorride il Real Siracusa, si rammarica la Leonzio. I bianconeri non sono riusciti a ribaltare l'1-2 dell'andata, nel primo turno di Coppa Italia, subendo anzi tre reti dagli aretusei nella gara di ritorno all'Angelino Nobile. Più ordinati gli ospiti di Elio Moncada, ancora indietro quelli di Natale Serafino. E fra sette giorni sarà prima di campionato con i primi punti pesanti in palio. Ancora Frittitta in gol come all'andata (uno degli ex che così come il match del “De Simone” è riuscito a bucare la porta di Cirnigliaro con un preciso diagonale poco dentro l'area di rigore), mentre nella ripresa - in contropiede - sono arrivate le reti di Rossitto e Miraglia che, subito dopo la marcatura, ha alzato gli occhi al cielo in ricordo del nonno prematuramente scomparso. Leonzio rimasta anche in inferiorità numerica, nella ripresa, per il doppio giallo a Mangiameli, mentre nel finale si è infortunato Famà che era appena entrato (sarà valutato in questi giorni dallo staff medico).

“Abbiamo disputato una grande gara - ha commentato il presidente Ciccio Raciti - terminando con diversi under in campo, a conferma del nostro progetto. Dopo le buone risposte del match di andata, anche a Lentini sono arrivati ulteriori segnali di crescita di un gruppo che su un campo difficile non ha avuto alcun timore, anzi, grande personalità. Siamo soddisfatti ma allo stesso tempo realisti. Il nostro obiettivo deve rimanere quello di una salvezza quanto prima possibile, senza facili entusiasmi. Da martedì testa al campionato e all'esordio di Santa Croce Camerina”. 


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi