L'Albatro cade col Rubiera e rimane ultimo da solo nella Serie A Beretta

Aretusei sconfitti a Rosolini nel primo match riaperto al pubblico

Il Rubiera espugna il Pala Tricomi di Rosolini e lascia la Teamnetwork Albatro da sola all’ultimo posto in classifica. La domenica di campionato mette di fronte le ultime della classe che giocano ormai in vista dei play out.
Siracusani privi di Bobicic, Cuzzupè, volato in Turchia con la Nazionale Under 18, e di Burgio partito per l’Argentina per un periodo di studio.
Emiliani che devono fare incredibilmente a meno del cannoniere Versakovs impossibilitato a scaricare il proprio green pass nonostante il buster completato due settimane fa.
Assenza, però, che non sembra pesare più di tanto tra le fila rossoblu che, dopo un primo tempo, chiuso sotto di quattro reti, ribaltano il match con un secondo parziale giocato decisamente meglio dei siracusani.
Albatro che aveva fatto decisamente bene nei primi trenta minuti. Difesa attenta, gestione della palla veloce e combinazioni perfette avevano consentito di chiudere meritatamente in vantaggio il primo tempo.
Tutto vanificato, però, nel secondo parziale. Ospiti capaci di imporre un ritmo sostenuto alla partita, muro invalicabile davanti al sempre ottimo Voliuvach, qualche leggerezza di troppo dei siracusani e la bilancia dei valori è andata decisa a favore degli emiliani.

Il tabellino

TEAMNETWORK ALBATRO – RUBIERA  21-26 (15-11)

Teamnetwork Albatro: Randes, Bianchi 1, Zungri 3, Fredj 4, Bandiera, Rosso 4, Calvo, Argentino, Vinci 6, Marino 2, Murga 1, Nobile, Mantisi. All. Peppe Vinci

Rubiera: Rivi, D. Bartoli, Benci, Bortolotti 1, Santilli 2, Barbieri, Oleari 4, Cavina 2, R. Bartoli 3, Salati, Bonassi 6, Voliuvach, Pagano 3, Patroncini, Garau 5. All. Luca Galluccio

Arbitri: Mattia Bassan e Andrea Bernardelle
 


💬 Commenti