Gianni Melluzzo diventa Tecnico di IV livello europeo: il secondo Tecnico siracusano a conseguire la qualifica dopo Sandro Campagna. Un ulteriore riconoscimento per il coach siracusano, già padre del velocista azzurro Matteo Melluzzo, che ha ottenuto un'iper specializzazione tecnico-sportiva prevista dal sistema delle qualifiche europee rilasciata da Sport e Salute per conto del Dipartimento dello Sport del Governo.

Dopo i riconoscimenti ricevuti nel 2022 quale Referente per la Fondazione Sportcity delle aree di Siracusa e Ragusa e l’ingresso in MSA (Manager Sportivi Associati), un altro importante traguardo nella formazione sportiva si aggiunge all’esperienza di Gianni Melluzzo, classe 1969, siracusano, Sottufficiale dell’Aeronautica Militare Italiana, Tecnico della Rete di Monitoraggio e Osservatore Nazionale del Talento e Tecnico di 3° livello della Federazione Italiana di Atletica Leggera, Specialista del Settore Velocità, perfezionatosi presso i Centri di Preparazione Olimpica del CONI di Formia (LT) e la Scuola dello Sport “Giulio Onesti” di Roma.

Ancora una volta un Tecnico Siracusano porta la Sicilia verso un traguardo d’eccellenza. Infatti, al termine del 23° Corso Nazionale, Gianni Melluzzo ha ottenuto il titolo di Tecnico di IV livello Europeo, la qualifica più alta per un Tecnico Sportivo. Il Corso si è svolto durante il 2023 alla Scuola dello Sport presso il Centro di Preparazione Olimpica G. Onesti di Roma. Il 14 Dicembre si è svolta la cerimonia di conferimento delle qualifiche ai corsisti, tutti eccellenze provenienti da diverse Federazioni Sportive. A consegnare personalmente il titolo la Direttrice dell’Area Sport Impact di Sport e Salute Rossana Ciuffetti, la Responsabile della Scuola Donatella Minelli, il Coordinatore scientifico Claudio Mantovani, la Campionessa di nuoto Alessia Filippi, il CT della nazionale maschile di pallavolo Ferdinando De Giorgi.

Gianni Melluzzo e Fefé De Giorgi

 

Il Project Work dal titolo “La Leva della motivazione nel rapporto coach/genitore ed atleta/figlio” realizzato da Gianni Melluzzo (supervisore il Prof. Alberto Cei, Docente e Formatore di Psicologia dello Sport) ha suscitato particolare attenzione per l’argomento trattato e per i campi di applicazione multidisciplinare.

Quella ottenuta da Gianni Melluzzo è la seconda qualifica del genere rilasciata nel contesto sportivo Siracusano. Prima di Melluzzo solo l’attuale Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di Pallanuoto Sandro Campagna, che ha conseguito la qualifica nel 2002 con il 1° corso. 
La Scuola dello Sport è, in ambito formativo, il punto di riferimento delle Direzioni tecniche e dei Centri studi delle Federazioni sportive nazionali e delle Discipline sportive associate. Nel 1978, con l’attuale denominazione “Scuola dello Sport”, ampliò i suoi i compiti istituzionali, volti alla formazione e all’aggiornamento dei quadri tecnici e dirigenziali delle Federazioni Sportive Nazionali, impegnandosi, in collaborazione con le FSN stesse, le Università ed altri Istituti di ricerca scientifica italiani e stranieri, nella promozione e nel coordinamento della ricerca scientifica applicata allo sport e nello sviluppo di attività di documentazione ed informazione.
Il IV livello europeo è il corso d’élite della Scuola dello Sport, il fiore all’occhiello della formazione tecnico-sportiva, al quale si può accedere solo se in possesso di determinati requisiti che vengono valutati da un’apposita commissione. Un corso multidisciplinare che tratta argomenti come il management, la leadership, la metodologia e la periodizzazione dell’allenamento sportivo, l’allenamento funzionale, fisiologia e psicologia. Il quarto livello è la massima qualifica tecnico-sportiva nel panorama internazionale.

Melluzzo con i docenti

 

Un'incredibile opportunità per il settore sportivo. Il corso ha la finalità di dare una formazione d’eccellenza da un punto di vista tecnico-sportivo e manageriale, con competenze per la gestione di atleti e team di alto livello. Sicuramente con tale qualifica Melluzzo potrà essere un punto di riferimento per le neo scuole regionali dello Sport, per atleti e team siciliani.

"Sono assolutamente soddisfatto delle scelte intraprese nell'ultimo periodo del mio percorso da Coach sportivo - ha detto -. L'acquisizione di queste competenze nei vari ambiti dello sport, dal management di impianti sportivi al coaching, dalla pratica di campo all'analisi valutativa mi hanno permesso l’acquisizione di un know-how che mi entusiasma e mi dà un’energia da per poter mettere in pratica l'expertice acquisita finora.
Credo che se si vuole crescere in ambito sportivo, sia a livello individuale che di team, è indispensabile dotarsi di professionisti capaci di gestire tutte le problematiche del contesto che si vuole raggiungere. Mentre il dilettantismo può concedere attività, azioni, scelte, gestioni (bene o male) approssimative o non del tutto rispondenti alle esigenze richieste, il professionismo esige pianificazione, metodo e conoscenze che non possono permettersi sbavature o improvvisazione. L'obiettivo va dichiarato, condiviso e sostenuto da tutte le forze in gioco: dirigenti, tecnici, atleti, famiglie e professionisti che supportano lo sforzo comune".


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi