Real Siracusa presentato alla città: “Qui per la siracusanità”

Foto di gruppo in piazza Duomo poi conferenza al Vermexio

Il Real Siracusa si presenta alla città. Nel giorno della compilazione dei calendari (esordio col Santa Croce fra dieci giorni in casa) e a due giorni dal derby di Coppa Italia col Siracusa in programma ad Avola. 
Lo ha fatto nel salotto buono della città, prima con la foto di rito in piazza Duomo, poi con la conferenza a Palazzo Vermexio alla presenza del sindaco Francesco Italia.

”È la prima volta da presidente - ha detto Francesco Raciti - sono passato dal campo alla scrivania ed è una sensazione nuova, sono emozionato e spero in una stagione foriera di risultati”.

Il vice presidente e patron Seby Greco ha aggiunto: “Ringrazio innanzitutto il sindaco Italia. Ho trovato una persona che è davvero super partes, cercheremo di fare di tutto affinché la struttura di via Lazio torni a essere la nostra casa. Intanto non possiamo che ringraziare tutti quanti per essersi messi a disposizione”.

Salutati perché assenti anche i Vice presidenti Michele Formisano e Carmelo Cristauro, così come il presidente onorario Antonello Liuzzo e lo storico dirigente Michele Leone.

”Sono io che ringrazio voi - ha sottolineato il sindaco Italia - per il messaggio che state portando. Questa sala è a disposizione di tutti, così come le strutture sportive. Noi attraverso i bandi pubblici non facciamo altro che mettere a disposizione delle società impianti da poter gestire. C’è grande partecipazione, senso di appartenenza, identità e valori dello sport. Se cresce tutto questo, cresce la città. Negli ultimi anni tutti gli impianti sono stati oggetto di restyling così come anche via Lazio per il quale c’è stato qualche intoppo come accade ogni tanto. E a proposito di impianti ne sorgerà uno nuovo in futuro. Ci sarà anche un nuovo campo da rugby, pallavolo, pallacanestro tra la traversa Pizzuta e via Epipoli, grazie a finanziamento dei fondi Pnrr di circa un milione di euro”.

Goliardia e sorrisi ha poi regalato il nuovo direttore dell’area tecnica Graziano Strano: “Per me è un onore stare a Siracusa. Mi sento al 50 per cento siracusano e poi alla chiamata di Greco non potevo dire di no. Mi sono creato un bagaglio culturale e tecnico e oggi lo metto a disposizione di questa importante società. Ci tengo a ringraziare persone che lavorano da anni qui come Giuseppe Palumbo, il nuovo dirigente Corrado Melfi, Alessandro Burgio, Francesco Marchisello, Antonio Cerruto, Marco Salonia, il dott Fortuna e tutti voi. Tutti insieme per un progetto folle con un parterre importante. Ed uno staff tecnico di prim’ordine così come il gruppo squadra”.

Il direttore generale Luciano Aloschi ha aggiunto: “Ringrazio il dott Liuzzo, l’Avvocato Puzzo e Pippo Lombardo che negli anni scorsi con il loro operato hanno permesso di mantenere la categoria che non è affatto scontato. Avremo subito il derby col Siracusa e per me cresciuto lì sarà emozionante. Auspico che il Siracusa vada in categorie superiori perché lo merita il blasone e la città”.

Salutati poi il Team manager Giuseppe Palumbo, il club manager Corrado Melfi, Francesco Marchisello dirigente accompagnatore anche con la juniores.

Applaudito a lungo al termine del suo intervento, l’Avvocato Luciano Puzzo, storico dirigente ed ex presidente del Siracusa in C1: “Sento il dovere di fare i ringraziamenti al sindaco perché ha sensibilità non indifferente per ciò che fa. Ho un modo romantico di percepire il calcio, non mi abbatto se si perde, non mi esalto se si vince e qui c’è una vera comunità. Qui si fa accoglienza, per me il più siracusano di tutti è Kebba Sillah, mentre considero la squadra la mia figlia femmina che con i sacrifici e l’impegno che hanno sempre dimostrato, potranno raggiungere grandi traguardi”.

Presentato poi lo Staff tecnico: Danilo Gallo, Seby Salamone, il preparatore atletico Davide Pantano, il preparatore portieri Massimo Zappino, il collaboratore tecnico Fabrizio Rotella, l’allenatore juniores Elio Moncada.

“Doveroso ringraziare i ragazzi - ha detto il tecnico Danilo Gallo - ma prima di tutti Seby Greco con il quale anni fa facemmo la scuola calcio partendo da zero, tante persone ci hanno sempre supportato, ma il grazie più sentito è per mia moglie e la moglie del presidente perché senza di loro due non saremmo qui. Io posso solo promettere che continuerò a dare corpo e anima e cercheremo sempre e solo di far parlare il campo”.

Quindi l’organico: i portieri Giuseppe Aglianò, Sergio Di Silvestro, i difensori Giovanni Midolo, Danilo Ulma, Federico Brancato, Anthony Conselmo, Christian Saraceno; i centrocampisti Pierpaolo Ruiz (capitano), Kebba Sillah, Giuseppe Spoto, Federico Greco; gli attaccanti Luigi Rossitto, Simone Melluzzo, Daniel Cannarella, Simone Miraglia, Giuseppe Alfó, La Delfa, Richi Urtado e Vincenzo Pepe. Presentata anche la compagine juniores e il tecnico Elio Moncada.


💬 Commenti