Andrea Carpenzano protagonista ancora in Formula Junior sul circuito di Concordia ad Agrigento per la seconda tappa del campionato regionale di formula Junior Trophy.

Al termine della prova regionale infatti, il driver aretuseo otterrà il secondo posto assoluto e questo piazzamento è stato sottolineato con grande soddisfazione dal protagonista in pista.

“Un week-end positivo – ha detto il pilota siracusano da qualche anno in evidenza nel mondo del Motorsport – perché sin dalle libere ho cercato di spingere al massimo. Alla prima di campionato a Racalmuto, per noie meccaniche, non riuscì a disputare neanche una gara e questo non mi permise di conquistare punti utili per il campionato. Ho maturato rabbia in questo mese per tutto ciò e l’ho trasformata in concentrazione massima in vista di Agrigento, dove a causa di condizioni meteo che mutavano di continuo, ogni aspetto è stato reso problematico, perché occorreva regolarci con la vettura, soprattutto in fatto di assetto, a seconda se giravi su pista asciutta o bagnata. Non solo: perché mi sono trovato a gestire un cambio nuovo, diverso da quello che avevo prima, molto più duro e non è stato semplice soprattutto in avvio con le prove libere. Ma la vettura rispondeva meglio rispetto allo scorso anno e questo mi ha permesso di scendere in pista con maggiore fiducia”.

“Il giorno seguente ho invece disputato le qualifiche su asciutto con condizioni differenti – ha aggiunto Carpenzano -. Ho ottenuto il settimo tempo e domenica in gara 1 sono partito nuovamente in condizioni di pista bagnata, con una partenza a razzo. Ciò mi ha permesso di superare ben quattro vetture. Questa determinazione che mi sono portato dietro, mi ha quindi permesso di esprimermi bene ed evitare di farmi superare alla partenza, cercando a mia volta di guadagnare ulteriori posizioni: ho chiuso così in terza posizione, con il giro veloce in gara, trasformatasi poi in seconda, perché la vettura che mi precedeva è stata penalizzata”. 

“In gara 2 sono partito in terza posizione per effetto della griglia invertita. Stavolta però allo start ho avuto un problema con il pedale dell’acceleratore e mi hanno superato tutti. Ma la determinazione di cui dicevo prima, mi ha portato a recuperare, riuscendo a risalire giro dopo giro su tutto il gruppo di vetture che mi precedeva. E cosi mi sono piazzato al terzo posto fino agli ultimi tre giri, dove ho poi trovato la bandiera rossa perché chi mi precedeva, aveva commesso una nuova irregolarità e sono scalato in seconda. Poi il maltempo e l’ingresso della Safety Car ci ha praticamente “accompagnato” sino alla bandiera a scacchi. Penso che avrei potuto guadagnare ancora una posizione perché ero davvero lanciato”.

“Quindi ho ottenuto il secondo posto generale – ha concluso il pilota - e mi ritengo molto soddisfatto, ho avuto una vettura che ha risposto bene ai comandi anche se c’è ancora del lavoro da fare per migliorare ulteriormente la vettura che è molto diversa rispetto a quella dello scorso anno. Un altro aspetto da sottolineare era il fatto che conoscevo bene la pista e questo certamente mi ha permesso di esprimermi bene. Ringrazio come sempre la mia famiglia, il Team Cr Corse, tutti i miei sponsor e gli organizzatori. Adesso testa alla prossima gara con la Coppa Italia con la mia Bmw il 28 e 29 maggio prossimi. Evento che si disputerà nell'autodromo di Varano de Melegari a Parma”.


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi