Il Siracusa vince con merito ma l’arbitro esce… sconfitto

Pessima direzione arbitrale di Arena di Palermo: rovina una gara che in campo stava filando liscia

Il Siracusa vince con merito l’andata dei quarti di Coppa Italia contro l’Igea al termine di una gara vibrante, intensa nella quale, però, c’è stato anche un altro sconfitto: il sign Arena di Palermo, direttore di gara apparso inadeguato per una partita di questa portata. Perché l’ha incattivita, concedendo due penalty apparsi generosi e altrettante (generose) espulsioni comminate agli azzurri, guastando una sfida che avrebbe meritato ben altro finale fra due delle sicure protagoniste sino alla fine del campionato di Eccellenza.

Arbitro bocciato, Siracusa promosso al di là del 2-1 sul campo per una squadra che adesso cercherà anche un po’ di continuità in campionato per rimanere aggrappata al treno di testa (dove guida pure l’Igea).

Gara molto spezzettata nella prima frazione, di conseguenza occasioni poche, sino al 40’ quando gli azzurri l’hanno sbloccata grazie a Belluso che ha raccolto una spizzata di testa di Savasta in area su punizione di Maimone.

In avvio di ripresa entra Ficarrotta e il Siracusa costruisce nel giro di 5’ due occasioni fino al raddoppio realizzato con una prodezza balistica dalla distanza proprio del fantasista palermitano che fa esplodere il “De Simone”. Belluso ha poi la palla del tris al 63’ ma Magi riesce a respingere.

Al 70’ però l’arbitro concede un rigore all’Igea perché ravvede un tocco di mani in area azzurra, probabilmente su una carambola, facendo infuriare il Siracusa e il pubblico (penalty apparso oggettivamente generoso): ma Idoyaga calcia basso e poco angolato e Genovese blocca. Finale convulso. Espulso prima Ficarrotta, poi nel finale Ababei in area a contatto con un giocatore Igeano e altro rigore che stavolta i barcellonesi realizzano, tenendo viva la gara di ritorno. Ultima nota: il direttore di gara probabilmente sbaglia ancora quando non espelle Maimone che aveva già subito un giallo e tocca volontariamente la palla con la mano a centrocampo. L’arbitro mette mano anche al cartellino ma si ferma un istante dopo accorgendosi probabilmente di aver fatto una “frittata” poco prima con Ficarrotta e decide di lasciar correre. Un vero peccato.

Siracusa-Igea 2-0

Siracusa: Genovese, Ababei, Magro (73’ Greco), Schisciano, Giordano, Cianci, Maimone, Guerci (46’ Ficarrotta), Belluso (76’ Manservigi), Ricca (60’ Palmisano), Savasta (55’ Montagno). All. Cacciola.

Igea: Magi, Trimboli, Verdura (76’ Silipigni), Abbate, Della Guardia, Vincenzi (60’ Franchina), Biondo, Bucolo (58’ Isgrò), De Gaetano (83’ D’Amico), Idoyaga, Flores (65’ Russo). All. Ferrara.

Arbitro: Arena di Palermo

Reti: 40’ Belluso, 57’ Ficarrotta, 91’ (rig.) Della Guardia

Note: espulso Ficarrotta al 85’ per doppia ammonizione, Ababei al 90’ per fallo in area


💬 Commenti