Vinci: "Dopo tre anni riapriamo lo stadio ai tifosi della Leonzio: siamo orgogliosi"

Bianconeri contro il Nebros, la soddisfazione del presidente. In casa anche Siracusa e Palazzolo, Real a Comiso

Gaetano Vinci (immagini profilo Facebook Leonzio)

“Dopo tre anni finalmente siamo felici di annunciare la riapertura al pubblico dell'Angelino Nobile”. E' euforico Gaetano Vinci, presidente della Leonzio che domani ospiterà la Nebros per l'ottava giornata di andata del girone B di Eccellenza. “C'è stato un grande lavoro da parte di tutti e speriamo al più presto di poter riaprire anche la curva, settore storico della tifoseria bianconera”.

Grande attesa a Lentini, dunque, così come a Siracusa dove gli azzurri alla stessa ora riceveranno il Mazzarrone. Sarà la prima in panchina per il tecnico Gaspare Cacciola dopo aver assistito i suoi dalla tribuna mercoledì nel vittorioso match di Coppa Italia contro l'Igea: “E sarà una grande emozione dopo aver iniziato con i Giovanissimi qui tanti anni fa a giocare. Adesso in una vesta nuova, in un contesto importante, in una città che deve tornare dove merita”.

In casa anche il rinfrancato Palazzolo che dopo il pari di Modica ospiterà allo “Scrofani Salustro” lo Jonica. Impegnato in trasferta invece il Real Siracusa che alle 15 sarà di scena a Comiso e anche in questo caso, così come il Siracusa, sarà prima panchina per il nuovo tecnico, Vittorio Jemma che in settimana ha manifestato tutta la propria gioia nell'essere tornato in una città che gli è sempre stata familiare. 


💬 Commenti