Il capitano Marco Santoro (foto Vanni Caputo)
Il capitano Marco Santoro (foto Vanni Caputo)

Il pass per le Final Eight scudetto Under 20 passerà dall’ultimo concentramento di Pontinia a Pasqua. L’Aretusa chiude con una sconfitta contro Camerano anche se il bilancio, al termine della Youth League di Conversano può ritenersi positivo viste le due precedenti vittorie e il solito bel gioco espresso dai ragazzi di Andrea Izzi. 27-21 in favore dei marchigiani dopo una prima frazione chiusa avanti e una ripresa nella quale Camerano ha accelerato e sfruttato la qualità dei propri giocatori.

“Partita abbastanza equilibrata per tutto il primo tempo che abbiamo terminato due sopra - ha detto Matteo Vasquez - poi però metaforicamente parlando, siamo rientrati in partita solo a metà secondo tempo. Ora siamo già proiettati per il concentramento di Pontinia per accedere alle final eight di Chieti”.

“È stata una bellissima partita soprattutto il primo tempo - ha aggiunto Naveesha Yatawarage -. Abbiamo fatto un gran primo tempo. Nel secondo tempo ci siamo spenti, loro hanno recuperato la partita. Però siamo usciti con la testa alta, ora pensiamo ad allenarci al massimo e andare a Pontinia per vincere altre partite”.

“Grande partita nonostante il risultato - ha poi detto Giulio Carnemolla -. Abbiamo giocato un primo tempo fantastico finendo in vantaggio di 2. Nel secondo tempo ci siamo fatti trascinare da una serie di errori tanto che a circa 15’ dalla fine il Camerano è andato a +9. In seguito ci siamo ripresi ma non è stato sufficiente. Usciamo a testa alta da questo concentramento di Conversano e siamo già concentrati per Pontinia che sarà determinate per l’accesso alla final eight”.

“Peccato per il risultato - ha chiosato Nino Brandino - ottimo primo tempo nel quale abbiamo dimostrato compattezza difensiva ed attacco organizzato. Nel secondo tempo ci siamo persi soprattutto dal punto di vista offensivo, non riuscendo a reagire alla difesa alta del Camerano. Tutto sommato la prova non è stata deludente, c’è un po’ di rammarico per il risultato che non ci premia, ma ci rifaremo sicuramente nell’ultimo concentramento di Pontinia”.

E infine l’analisi di coach Andrea Izzi: “Una partita dai due volti dopo un primo tempo straordinario con un grande gioco di squadra, nella ripresa non siamo entrati in campo, se non dopo i 20 minuti con appena 3 gol fatti. La differenza sta nella presenza di tre terzini importanti del Camerano, che noi non siamo riusciti a contenere nella fase difensiva. Ma niente drammi, le finali non passavano certamente da Conversano perché eravamo consapevoli che tutto si sarebbe deciso a Pontinia contro Carpi, Monteprandone e Rubiera. Non ero entusiasta dopo le due partite vinte, non mi deprimo adesso e da martedì ci prepareremo nuovamente per la A2 e successivamente per l’ultimo step della Youth League”.

Camerano - Aretusa 27-21 (12-14)

Camerano: Giambartolomei 7, Francelli 1, De Grandis 8, Antonelli, Coppari, Casavecchia 5, Magrini, Vagnoni 6, Pandolfi, Bartolucci, Carloni N., Carloni L., Chirivi, Rossi. All. Campana.

Aretusa: L. Carnemolla 1, Tito, Caramagno 3, Settembre, Infantino, Fontana 1, Izzi 1, Faraci 2, Cella 2, Brandino 3, Vasquez, Serra, Yatawarage 3, M. Santoro 5, G. Carnemolla. All. Izzi.

Arbitri: Simone e Monitillo.


💬 Commenti

Supplemento telematico del periodico sportivo Lo Sport Illustrato

Registrazione al Tribunale di Siracusa n. 5 del 14.8.2014 | Editore LM Aretusa

Powered by Slyvi